Turismo post Covid-19

Vercelli-Cattolica: riparte la linea di pullman della Stat

E' tornato attivo da qualche giorno il collegamento con l'Adriatico, boom di prenotazioni.

Vercelli-Cattolica: riparte la linea di pullman della Stat
Vercelli e dintorni, 25 Giugno 2020 ore 13:51

Nella foto grande un momento della presentazione a Cattolica.

Da Vercelli alle spiagge adriatiche, si può fare anche in pullman, partendo dalla stazione autolinee di corso Gastaldi alle ore 6.30, verso mezzogiorno si raggiunge la costa, il capolinea a Gabicce alle 13,50. Con opportune soste ristoro. Può sembrare un viaggio impegnativo, ma i mezzi sono confortevoli e con aria condizionata e certo in treno non ci si metterebbe di meno…

La linea parte da Biella e tocca anche Casale Monferrato. Il rinnovo del “gemellaggio” tra i nostri territori e la riviera Adriatica è indubbiamente un bel segnale.

La presentazione ufficiale è avvenuta ieri,  mercoledì 24 giugno, allo “Spazio Tu” di Cattolica ed ha visto la partecipazione di Nicoletta Olivieri – Assessore al Turismo Comune di Cattolica, Paolo Pia – Amministratore Delegato Gruppo Stat, Massimo Cavalieri – Presidente Federalberghi Cattolica e Roberto Baldassari – Presidente CoopBagnini Cattolica. E’ stata l’occasione di annunciare il ripristino del collegamento stradale Biella-Vercelli-Mortara-Pavia, con capolinea a Cattolica-Gabicce, ma anche un modo per parlare di turismo in tempi di “ripartenza” e di un legame profondo che unisce territori diversi attraverso un pullman

Era infatti il giugno del 1964 quando il primo pullman della Stat partiva per portare i primi turisti sulla riviera Adriatica.

Cinquantasei anni dopo, la pandemia di Covid19 ha rischiato di interrompere una lunga e proficua tradizione, ma il virus non ha sconfitto la voglia di viaggiare e di far viaggiare. Così il Gruppo Stat, ha voluto essere tra le prime aziende di autotrasporti a ripristinare il collegamento tra una consistente fascia di pubblico dell’Italia Nord Occidentale verso la riviera Adriatica e sempre garantendo la massima sicurezza ai propri passeggeri.

In aiuto agli sforzi degli albergatori

Una decisione maturata anche dopo aver constatato l’impegno degli albergatori e di tutte le strutture ricettive nel rendere la vacanza un’esperienza sicura e piacevole, nonostante la situazione sia ancora improntata alla necessaria prudenza.

Paolo Pia, Amministratore delegato del Gruppo Stat, descrive così l’impegno che ha spinto a riattivare la linea il prima possibile: “E’ indubbio che le persone dopo due mesi e mezzo a casa abbiano desiderio di godersi panorami diversi e nel modo più confortevole possibile. Siamo in contatto con molti proprietari delle strutture ricettive dell’adriatico che stanno compiendo sforzi considerevoli per mettere alberghi, spiagge e ristoranti in sicurezza. Abbiamo deciso di dare fiducia al sistema riattivando le nostre storiche linee estive, considerando che il pullman sarà il modo più efficiente, economico e soprattutto sicuro con cui spostarsi verso i piccoli centri di villeggiatura. E vogliamo renderlo ancora più sicuro introducendo protocolli in materia di sanificazione, distanziamento sociale e controllo, persino più restrittivi di quelli richiesti dagli ultimi decreti del Consiglio dei Ministri”.

Viaggiare in sicurezza verso il mare

Il viaggio in pullman è sempre più seguito di quello in treno… L’autista è la prima garanzia. E il Gruppo Stat ha deciso addirittura di raddoppiare il personale viaggiante. Un secondo autista misurerà con il termo-scanner la temperatura di chi sale a bordo, si occuperà dei bagagli, dei titoli di viaggio e del rispetto dei posti assegnati.

Biglietti su prenotazione e con la app

Perchè è più che mai importante l’acquisto preventivo del biglietto dato che il mezzo dovrà ridurre la capienza proprio per mantenere le distanze tra i viaggiatori.
L’acquisto potrà avvenire in agenzia, con modalità telefonica, o on-line dato che quest’anno il sito del Gruppo Stat offre la possibilità di fare prenotazione e acquisto tramite l’App che si può comodamente scaricare sul proprio smartphone (sia per Android che Iphone). I mezzi viaggeranno con solo i posti esterni disponibili per ogni fila, ma attenzione: potranno sedersi vicini quei passeggeri che vivono già abitualmente insieme. Il sistema informatico infatti è programmato per assegnare i posti in tutta sicurezza e tener conto della possibilità di viaggiare vicini per i congiunti.

Igiene al cento per cento

L’interno di uno dei pullman con posti alternati e igienizzazione.

L’aspetto igienico sanitario è garantito: i pullman vengono sottoposti quotidianamente a pulizia, disinfezione e sanificazione sia con ozono sia con sistemi di lavaggio in profondità per i tessuti. Persino l’impianto di aria condizionata è oggetto di costante controllo al fine di favorire il maggior ricambio dell’aria in sicurezza.

In più il Pullman ha il vantaggio di essere diretto: le linee della Stat servono direttamente circa 140 località, niente cambi in stazioni affollate per raggiungere un piccolo comune, niente problemi di parcheggi, minori possibilità di contatto.

I numeri della ripresa

La linea Biella – Vercelli – (Casale) – Mortara – Vigevano – Pavia fino a Cattolica-Gabicce  ha ripreso l’attività il 13 giugno con le corse ogni sabato (ritorno ogni domenica).
Dal 26 giugno sarà introdotta la corsa notturna ogni venerdì sera.
Dal 28 giugno le corse si potenziano aggiungendo a quella del sabato quelle della domenica, lunedì e giovedì per un totale di 5 corse settimanali fino alla fine dell’estate (i ritorni avvengono nel giorno successivo all’andata).
Salvo piccoli aggiustamenti, le tariffe, nel loro insieme, non sono state aumentate e, in alcuni casi, sono addirittura aumentati gli sconti per nuclei familiari che vivono nella stessa unità abitativa.

Le promozioni attive

Le promozioni legate alla linea sono diverse: le comitive di 4 persone che vivono nella stessa unità abitativa hanno uno sconto del 25% (un passeggero viaggia gratuitamente) ogni passeggero sotto i 15 anni di età accompagnato da un adulto ha diritto al 50% di sconto e la corsa notturna ha un prezzo di andata decisamente low cost di solo 30 Euro. Infine l’accordo con gli Hotel aderenti a RiccioneGO permette a chi soggiorna nelle strutture convenzionate di vedersi rimborsato il viaggio fino ad un massimo di 80 Euro.

Più di 500 prenotazioni

I biglietti sono stati messi in vendita da lunedì 25 maggio e le richieste sono arrivate fin da subito, attualmente il Gruppo Stat sta gestendo sulla linea dell’Adriatico più di 500 prenotazioni in costante aumento. Anche se sono numeri lontani da quelli degli anni passati sono comunque un’iniezione di fiducia verso il futuro e l’invito a non fermarsi.

Tutti gli orari e le fermate sono visibili sul sito http://www.gruppostat.com/autolinee-noleggi/, l’app Gruppo Stat permette inoltre la geolocalizzazione delle fermate e la facile consultazione degli orari anche dal proprio smartphone
Ricordiamo inoltre che tutte le fermate sono dotate di QRcode, inquadrandolo tramite l’apposita app è possibile essere aggiornati in tempo reali sulla percorrenza del mezzo che si sta attendendo.

La storia della linea Biella, Cattolica Gabicce

La linea per Cattolica-Gabicce venne inaugurata nel giugno del 1964 con festeggiamenti della durata di due giorni che coinvolsero oltre ai vertici della Stat di allora anche Istituzioni imprenditori locali e i media del territorio.

Si può far risalire l’idea della linea da un’importante intuizione dello stesso fondatore della Stat Evasio Pia. Nel 1950, agli esordi del boom economico italiano, la STAT decise di sfruttare mezzi ed esperienza acquisita nel trasporto pubblico locale per ampliarsi sul settore turistico. Scoprendo che in vacanza nel 1950 ci andava già il 13% degli italiani vennero proposti i primi viaggi organizzati e nel 1951, per poter soddisfare tutte le richieste si apriì la prima agenzia viaggi di Casale, che diventerà la Stat Viaggi.

Il settore diede modo a Silvio il giovane figlio di Evasio e al cugino Gianni di mettersi in luce diventando veri pionieri di questo tipo di servizio.

Le prime linee turistiche

I primi collegamenti fissi con le località turistiche sono verso Courmayeur e Cervinia con quello che dal 1956 divenne famoso come il “Pullman della Neve” e per la Valsesia. Negli anni 60 in linea con la nuova imagine di benessere e di modernità del Paese, anche i trasporti divennero più efficienti e confortevoli. L’offerta della STAT si collocò subito all’avanguardia, con un lavoro in cui si riconosce sempre più la mano di Silvio Pia. Nasce in questo periodo la progettazione delle Grandi Linee della STAT, quelle che ancora oggi costituiscono un motivo di orgoglio della società STAT TURISMO. I primi collegamenti di questo tipo sono proprio con la Liguria e con l’Adriatico. Qui il servizio debutta con due autisti, utilizzando un Fiat 360 da 48 posti: un vero gioiello di tecnica e comfort per l’epoca. Dato che l’Autostrada del Sole non era ancora completata il percorso si snodava fra Vercelli, Mortara, Vigevano, Garlasco, Pavia e Casalpusterlengo, transitando in Bologna. Prima fermata sulla costa a Milano Marittima, poi come accade ancora oggi, i mezzi percorrono tutto il litorale Adriatico, toccando Rimini, Cattolica, con termine corsa a Gabicce Mare. Nell’anno successivo il capolinea viene arretrato a Biella.

L’inaugurazione del 1964 della linea Adriatica fu, appunto, un evento che viene ancora ricordato oggi negli annali casalesi. I festeggiamenti cominciarono con il viaggio sabato mattina e terminarono, la sera della domenica in una terrazza sul mare di Gabicce Monte (Cattolica) ove si svolse l’ultimo saluto augurale delle autorità casalesi e romagnole improntati a discorsi di comune interesse e promettendo collaborazioni proficue che durano ancora oggi. Secondo la cronaca dell’epoca, tenuta dal giornalista del Monferrato Luigi Angelino, il viaggio avvenne a bordo di un lussuoso pullman, con 23 invitati e 21 passeggeri. Nell’elenco delle autorità figurano “rappresentanti del vercellese e del pavese”. Il comune di Casale era rappresentato dal rag. Oppezzo assessore al Turismo” e per la Stat il direttore Nino Pia. In vista della Costa Adriatica il mezzo venne addirittura scortato da due vigili motociclisti fino a Cattolica. Poi il saluto del sindaco e del presidente dell’Azienda autonoma di soggiorno locale. Gran finale con una serata all’Eden Rock di Gabicce Monte. L’anno successivo in occasione del prolungamento con Biella e di una linea che già vantava 3.450 viaggiatori, ci fu un secondo viaggio inaugurale questa volta ai ricevimenti ufficiali partecipò persino un allora poco conosciuto Jimmy Fontana per cantare “Il mondo”.

Il Gruppo Stat oggi in numeri

Fondato nel 1919 a Casale Monferrato Il Gruppo Stat oggi rappresenta 5 marchi del trasporto bus: STAT Turismo – Autoticino di STAC, i genovesi Volpi, Callero e Pesci e le agenzie di viaggio STAT Viaggi (Casale-Vercelli-Asti), Sassone (Casale), Goldtravel (Valenza) e Geotravels (Genova).

Conta 110 mezzi e 180 dipendenti, che nel 2019 hanno totalizzato circa 8 milioni di chilometri, movimentando oltre 1.200.000 di viaggiatori.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità