Livanova lascia a casa 83 lavoratori a Saluggia

A causa dello spostamento di produzione di valvole cardiache biologiche in Canada.

Livanova lascia a casa 83 lavoratori a Saluggia
Vercellese, 21 Novembre 2019 ore 10:15

Livanova lascia a casa 83 lavoratori a Saluggia. A causa dello spostamento di produzione di valvole cardiache biologiche in Canada.

Livanova lascia a casa 83 lavoratori a Saluggia

Come riporta nuovaperiferia.it c’è grande sdegno e agitazione nella zona di Saluggia per l’annuncio dell’azienda che gestisce l’ex “Sorin”: “Il management di LivaNova ha incontrato oggi, mercoledì 20 novembre, la RSU e i dipendenti di Saluggia per informarli dell’apertura di una procedura collettiva per 83 posizioni a Saluggia nell’ambito della ristrutturazione dell’azienda. In base a questo piano, la struttura di LivaNova a Saluggia, sarà dedicata alla ricerca e sviluppo e alla produzione di valvole cardiache meccaniche, anelli per annuloplastica, accessori e stent Nitinol. La produzione di valvole cardiache biologiche di LivaNova sarà concentrata nello stabilimento aziendale di Vancouver, Canada”.

Viene dunque abbandonata una produzione d’eccellenza, spostata in Canada, e si produce un dramma per 83 famiglie. A colpire è il tono del comunicato, persone che hanno dato per anni il loro competente operato vengono definite “posizioni”, come se dietro non ci fossero degli esseri umani. Una freddezza disumana, come annota anche il sindaco della vicina Crescentino Vittorio Ferrero: “Esprimo grandissima preoccupazione per la gelida notizia che senza preavviso alcuno è giunta quest’oggi allora di pranzo”.

Il resto della dichiarazione e altre informazioni su nuovaperiferia.it.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE