Economia
Notizie utili

Da Giovedì 16 giugno le richieste di ristori covid a Finpiemonte

Per diverse attività ed eventi, disponibili poco più di 20.500 assegni da 1.000 euro una tantum.

Da Giovedì 16 giugno le richieste di ristori covid a Finpiemonte
Economia Vercellese, 15 Giugno 2022 ore 11:27

Mille euro sono una "mancia", ma meglio che niente. Chi volesse cercare di ottenerli potrà farlo da domani, giovedì 16 giugno. Il ristoro è per le categorie sotto indicate e la "maratona" per averli partirà alle ore 9 di giovedì 16 giugno, quando aprirà lo sportello di Finpiemonte dedicato al contributo una tantum di 1.000 euro finalizzato a sostenere le attività economiche particolarmente colpite dall'emergenza pandemica: gli aventi diritto al bonus, individuati sulla base dei dati contenuti nel Registro Imprese, forniti da Unioncamere Piemonte, rientrano nelle macrocategorie "categorie economiche" (incluse attività commerciali o di ristorazione nei centri storici e settore dei matrimoni e degli eventi privati) e "rifinanziamento delle categorie economiche", di cui alla tabella 1 del DPCM 30/06/2021 e riportati nell'allegato alla DGR 40- 5096 del 20 maggio 2022

IL LINK ALLA NORMATIVA

Disponibili poco più di 20.500 bonus

Fanno eccezione le attività aventi codice ATECO evidenziato con asterisco, ricomprese negli aiuti previsti dalla DGR n. 34-4487 del 29 dicembre 2021 per le quali è possibile presentare domanda tramite un altro bando. Il sostegno è rivolto alle imprese attive alla data di pubblicazione del D.L. n. 41 del 22 marzo 2021 e che alla data della DGR n. 40-5096 del 20 maggio 2022 abbiano mantenuto tale condizione di attività.

I bonus vengono concessi fino ad esaurimento dei fondi disponibili, pari a euro 20.579.386,84 seguendo il criterio cronologico delle domande pervenute a Finpiemonte fino alle ore 12.00 del 30 giugno 2022.

Per accedere al bonus, i beneficiari sono invitati a presentare domanda telematica, seguendo le istruzioni contenute all'indirizzo web: https://www.finpiemonte.it/bandi/dettaglio-bando/ristori-eventi-e-altri-settori-colpiti

Seguici sui nostri canali