Cultura
Rassegna

Riflessi di Biodiversità al Museo Borgogna: esposizione e tanti appuntamenti

Dagli acquerelli di Lorenzo Dotti alla realtà virtuale e ai progetti del territorio.

Riflessi di Biodiversità al Museo Borgogna: esposizione e tanti appuntamenti
Cultura Vercelli e dintorni, 05 Maggio 2022 ore 12:52

Nella foto uno degli acquerelli di Lorenzo Dotti esposti al Museo Borgogna.

«Questa non è una mostra, ma un percorso il cui spirito è mettere in evidenza ciò che già c’è ma spesso non si nota». La frase è di Cinzia Lacchia, conservatrice del Museo Borgogna, pronunciata nella visita riservata alla stampa delle opere di Lorenzo Dotti, un illustratore naturalistico torinese, che da decenni gira le nostre risaie per “fotografare” con l’acquerello ambiente, architetture e animali. 18 lavori accostati, sempre con una relazione ben precisa, ad altrettanti quadri del museo.

Un vero Festival della sostenibilità

Un percorso suggestivo che è un po’ la “copertina” di quello che potremmo definire un vero Festival della sostenibilità: «Riflessi di biodiversità», che nei prossimi 45 giorni proporrà diversi incontri in Museo e non solo.
Un aspetto, sottolineato dall’avvocato Francesco Ferraris ai giornalisti: «Tutto questo vale qualcosa di più, come stimolo per delle iniziative che vanno oltre il museo». E’ dunque un’operazione importante per il territorio intero.

Una rete per promuovere l'ambiente di risaia

Aprire il mondo della cultura agli altri mondi è sempre stato l’obiettivo dello staff di Cinzia Lacchia e i partner della nuova iniziativa sono tutte realtà che a loro volta sono “mondi”.
«La Strada del Riso Vercellese di Qualità» ne è un esempio: collega agricoltura, ristorazione, turismo, enti pubblici e istituzioni culturali. Da poco ha colto, e vinto, la sfida del Bando «In Luce» della Compagnia di San Paolo, con il progetto: «Riflessi». ovvero «percorsi d’acqua tra natura, arte, cultura». Ne fa parte anche l’Ente di gestione delle aree protette del Po piemontese, che ha pubblicato un prestigioso volume, realizzato da Dotti con i suoi acquerelli: «Il carnet de voyage del parco delle Grange» e che l’ha fatto incontrare col Museo.

C’è poi l’Ente Nazionale Risi, che già collaborò con il Borgogna per Expo 2015 e che proporrà una straordinaria esperienza immersiva nell’ambiente del riso in realtà virtuale. Il Comune di Vercelli, settore politiche Ambientali che farà scoprire le alberate cittadine, il Centro Ricerche Atlantide che da anni propone escursioni e laboratori nei parchi.
Gli appuntamenti
Il percorso espositivo dei 18 acquerelli, realizzati nelle zone di Lucedio, della Partecipanza e delle Grange è visitabile fino al 12 giugno.

Il programma

Da sabato 7 maggio saranno a disposizione i visori di Ente Risi per l’esperienza «Con i piedi nell'acqua». Una proposta che è assolutamente consigliabile cogliere.

Martedì 10 maggio, alle ore 16.45: «Giochi d'Arte». Laboratorio per bambini dai 4 agli 8 anni e i loro accompagnatori.

Venerdì 13 maggio, ore 17: «Un caffè con...» Luca Cristaldi e Maria Teresa Bergoglio dell'Ente di Gestione delle aree protette del Po Piemontese illustreranno il progetto «La Foresta Condivisa del Po».

Domenica 22 maggio, giornata mondiale della biodiversità, ore 15: «L'arte degli adattamenti: in quale Ambiente vivremo?» a cura di Sara Ghirardi (Centro Ricerche Atlantide) e Roberta Musso.

Mercoledì 25 maggio, ore 16.45: di nuovo «Giochi d'Arte».
Domenica 29 maggio, ore 11-17: evento «Riflessi»: laboratorio di acquerello con Lorenzo Dotti e presentazioni del progetto «In Luce» e del carnet de voyage «L'Abbazia, il Bosco, il riso».

Venerdì 3 giugno, ore 18: percorso guidato «Dal Museo alla Città verde» con Alberto Mallarino (agronomo che collabora col settore ambientale del Comune). Per parlare delle rare essenze arboree cittadine.

Domenica 5 giugno, ore 15.30: visita guidata all'esposizione condotta da Lorenzo Dotti e Alessia Meglio. A proposito seguire Lorenzo Dotti nelle sue spiegazioni è davvero commovente, nel senso che ci fa capire il valore di un’osservazione attenta e partecipe della natura.

Domenica 12 giugno: evento di chiusura dell’esposizione di acquerelli.
Informazioni sul sito web e i social del museo.

Sostenibilità e Biodiversità sono le nuove “parole chiave” dello sviluppo, ma da sole non portano lontano, ci vuole un’elaborazione culturale che passi anche dall’emotività, dallo stupore del bello che si nasconde nei dettagli.
Il Museo Borgogna e i partner di quest’iniziativa l’hanno capito e quest’importante rassegna è solo l’inizio di una stagione che si annuncia molto importante da cogliere.

Seguici sui nostri canali