Menu
Cerca
Cultura

Perasso e Perucca, poeti vercellesi trionfano a Novara

Vincono rispettivamente la sezione in Lingua e quella dialettale al XII Premio di Poesia Lino Molinario promosso da Artisolide.

Perasso e Perucca, poeti vercellesi trionfano a Novara
Cultura Vercellese, 14 Maggio 2021 ore 18:50

Nella foto Nicola Perasso e Anna Perucca.

Due poeti vercellesi vincono la XII edizione del Premio Nazionale di Poesia "Lino Molinario", promosso dall'associazione "Artisolide" di Novara in collaborazione con l'Accademia del Verbano "Greci Marino".

Nicola Perasso di Vercelli, si aggiudica la sezione in lingua italiana e la mottese Anna Perucca quella in vernacolo.

Si tratta di un importante riconoscimento perché arriva in un'edizione del Premio che gli organizzatori definiscono di grandissimo valore, con concorrenti da tutta Italia e un livello qualitativo notevole.

Chi era Lino Molinario

Lino Molinario è stato un poeta, artista ed eclettico novarese. Scomparso prematuramente nel 2010. Un personaggio che è stato conosciuto anche a Vercelli, dove ha avuto modo di esporre e di partecipare a numerose iniziative anche come fine dicitore, una delle sue molte abilità.

Nel suo ricordo si tiene ogni anno il Premio Letterario.

Purtroppo, come già nel 2020, anche quest'anno non ci sarà cerimonia di premiazione. troppe le incognite ancora legate alla situazione pandemica e agli spostamenti.

La classifica

Come detto la Sezione in Lingua è capeggiata dal 1° premio, attribuito a  Nicola Perasso, per la lirica: "L’affinità è una composizione di Kandinskij", con la seguente lusinghiera motivazione. «L’autore riesce e legare, con un ritmo incalzante e moderno, la lezione del grande artista a situazioni della vita di ognuno e lo fa con grande liricità ed immagini penetranti».

2° classificato Roberto Ragazzi di Trecenta (RO) con "Un cane da combattimento".
3° Giuliano Gemo di Creazzo (VI) con "In questo stesso momento (Al di là)"

Liriche segnalate - Italiano

Tullio Mariani, di  Molina di Quosa/San Giuliano Terme (PI), "Rondò delle prime memorie"

Nico Priano, Genova, "La vendemmia dell’Ottantasei"

Flavio Provini - Milano, "Le buone madri".

Sezione Dialetto

1° posto per Anna Perucca di Motta dei Conti, "Carilvè 'd Quaresma", una poesia assai originale che gioca sulle mascherine del Covid e sulla "Quaresima" che viviamo ormai da 18 mesi. Un modo anche ironico di sfruttare le peculiarità dialettali su un tema attuale.

2° Angela Cristina Broccoli di Corbetta (MI). "La luna l'è di gatt" (L’òmm sù la Luna in del 1959)

3° Luigi Lorenzo Vaira, Sommariva del Bosco (CN), con "Tò vej nùmer".

Segnalati

Mary Massara, Marano Ticino (NO), "Mater matuta"; Primo Vittone, Varallo Sesia, "Ël bal dj’umbriji".