Vita rotariana

Il Rotary Club Vercelli si attrezza e lancia le video-conferenze

Per la prima volta un incontro per via telematica, relatrice Sabrina Mugnos.

Il Rotary Club Vercelli si attrezza e lancia le video-conferenze
Vercelli e dintorni, 21 Maggio 2020 ore 11:04

I club service cittadini hanno risposto celermente all’emergenza Covid-19 sul fronte benefico ed ora dal Rotary Club Vercelli arriva anche l’esperienza delle conferenze a distanza. Certamente non è la stessa cosa della classica conviviale al Circolo Ricreativo ma il primo esperimento ha avuto successo.

Lo comunica Carlo Ricci, presidente del sodalizio, dando conto della riunione del 19 maggio scorso.

La risposta solidale rotariana

“Anche i club di servizio – sottolinea infatti Ricci – hanno sospeso i loro tradizionali incontri ed hanno iniziato a pensare come agire nel rispetto delle nuove norme, ma sempre in linea con le finalità di club ed in aiuto alle persone più bisognose. Così ci siamo uniti, realizzando un comune progetto a favore dell’ASL e poi singolarmente abbiamo concretizzato diverse iniziative, acquisti di materiale sanitario e non … insomma, questo preambolo – ci racconta Carlo Ricci Presidente del Rotary Club Vercelli – l’ho fatto per spiegare che non ci siamo mai veramente fermati con la nostra attività di Club , ma nel contempo è stato difficile riuscire ad essere vicini a tutti.

Personalmente sono sempre stato in contatto con i miei soci del Consiglio Direttivo e ad alcuni in particolare che mi hanno supportato nelle varie iniziative, ma mai con tutti i Soci, e così grazie all’aìuto di due di loro più bravi e preparati nell’utilizzo delle tecnologie, siamo riusciti ad organizzare una serata per tutti.”

La cronaca della riunione digitale

Così alle ore 21 in punto di martedì 19 maggio 2020 il suono della campana ha dato inizio ad una serata rotariana con i soci seduti nelle loro case ed in compagnia dei loro famigliari, ma uniti sugli schermi dei computer, con una relatrice d’eccezione: la Dottoressa Sabrina Mugnos.

Laureata in geologia con indirizzo geochimico-vulcanologico presso l’Università degli studi di Pisa. Studiosa di Astrobiologia (è membro del Seti – Italia e del Centro Studi di Esobiologia di Milano) e di Archeoastronomia, tiene corsi, conferenze e convegni a respiro internazionale. Giornalista freelance e divulgatrice scientifica, è spesso ospite di trasmissioni televisive e radiofoniche, insomma una vera “Stella” nel suo campo .

Un nuovo associato

La serata è iniziata con il tradizionale saluto alle bandiere e subito si è festeggiato l’ingresso di un nuovo socio, Federico Maria Gastaldi che legge la sua “promessa” e si auto-spilla. Il Presidente si congratula , auspicando di poterlo fare a breve di persona, ed introduce la  relatrice per la sua conferenza a tema vulcani , e più in specifico di quelli italiani.

I vulcani italiani raccontati da Sabrina Mugnos

L’argomento è stato sviscerato con dettagli tecnici e curiosità, partendo dalla Valsesia e scendendo lungo lo stivale soffermandosi in Toscana, Lazio, Campania con il famosissimo Vesuvio ed i Campi Flegrei , sino ad arrivare in Sicilia con “IDDA” la montagna al femminile cioè l’Etna ed “IDDU” cioè Stromboli e tutte le isole Vulcano Panarea ed anche quelle sotto al mare…Insomma. Sabrina ha letteralmente rapito tutti con quasi un’ora di affascinante racconto non solo scientifico ma di cultura generale e di particolari aneddoti , che solamente chi ha veramente vissuto e non solo studiato quei luoghi lo può fare, e lei l’ha fatto!

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei