Menu
Cerca
Asl Vercelli

Val Sessera, i medici di base vaccinano alla Casa della Salute

Verso le 50mila dosi somministrate. In arrivo il monodose Johnson&Johnson.

Val Sessera, i medici di base vaccinano alla Casa della Salute
Cronaca Vercellese, 14 Aprile 2021 ore 15:02

Nella foto il dottor Baiguera

Un’esperienza significativa nella campagna vaccinale anti Covid 19 arriva dalla Val Sessera, area di competenza dell’Asl Vercelli in cui tutti i medici di base hanno aderito alla campagna e in due settimane completeranno le vaccinazioni della popolazione della fascia 70-79 anni e quelle domiciliari delle persone non deambulanti.

Cinque medici di base

«In Val Sessera siamo cinque medici di base e dopo esserci confrontati abbiamo deciso di aderire tutti fin dal primo momento alla campagna vaccinale – spiega il dottor Renato Baiguera – Il personale dell’Asl e delle Usca hanno garantito nelle scorse settimane la vaccinazione delle persone con più di 80 anni, ora grazie alla disponibilità dell’Asl che ci ha consentito di utilizzare i locali della Casa della Salute di Coggiola ci siamo organizzati per gestire le vaccinazioni con una logica di equipe. Nei nostri rispettivi ambulatori sarebbe impossibile gestire i vaccini, per evidenti limiti logistici, inoltre se non avessimo aderito tutti, le tempistiche si sarebbero dilatate molto. Ogni giorno, dal lunedì al giovedì, dalle 17.30 alle 21, vacciniamo i nostri pazienti. Cerchiamo di essere sempre presenti in almeno due o tre medici per ottimizzare i tempi e per dare alle persone tutte le rassicurazioni di cui hanno bisogno. Ci siamo messi a disposizione dei nostri pazienti anche per aiutarli con la preadesione sul portale regionale».

Più di mille Over70

In Val Sessera le persone dai 70 ai 79 anni da vaccinare sono più di mille e grazie alla sensibilizzazione dei medici di base l’adesione alla campagna vaccinale sta risultando particolarmente elevata. Il team dei medici della valle è composto da Renato Baiguera, Francesco Postorino, Rosella Giuliani, Nicola Comuniello, Hamid Reza Ghannazadeh.

Modello efficace, grazie

«Quello della Val Sessera è un modello efficace che sta coniugando l’obiettivo dell’Asl di proseguire a pieno ritmo la campagna vaccinale con la disponibilità dei medici di base di supportare i propri assistiti. A questi medici, e a quelli di altri Comuni della nostra Asl che stanno facendo esperienze simili, va il nostro sentito ringraziamento – spiega il Direttore Generale dell’Asl Vercelli, Angelo Penna – In queste settimane lo sforzo comune per la campagna vede un contributo importante delle istituzioni, dei sindaci e di molte associazioni di volontariato, ciascuno sta facendo la sua parte.

Una disponibilità preziosa

I medici di medicina generale stanno progressivamente dando la propria disponibilità, che diventerà sempre più preziosa man mano che aumenterà il numero di dosi consegnate dalla Regione Piemonte. L’Asl di Vercelli sta rispettando gli obiettivi vaccinali assegnati – conclude Penna – verso metà settimana supereremo le 50mila dosi somministrate e riceveremo il primo lotto del vaccino monodose Johnson».