Cronaca
Cronaca

Un 77enne imbratta per vendetta edifici a Lamporo e Tronzano: denunciato

Astigiano individuato dopo le indagini dei Carabinieri di San Germano Vercellese.

Un 77enne imbratta per vendetta edifici a Lamporo e Tronzano: denunciato
Cronaca Vercellese, 23 Giugno 2022 ore 17:21

Nelle foto gli edifici deturpati dall'anziano. In copertina il municipio di Lamporo sotto l'edificio di Tronzano.

Un giovanotto i 77 anni è stato individuato dai Carabinieri di San Germano Vercellese come l'autore di due prodezze degne di una baby-gang... L'uomo ha sporcato con la bomboletta spray il municipio di Lamporo e una villa storica a Tronzano,

Il primo imbrattamento

Il primo imbrattamento risale al 31 marzo, quando i carabinieri della stazione dì Crescentino si erano recati, a richiesta del primo cittadino, presso il Municipio del Comune di Lamporo, poiché durante la notte ignoti vandali avevano imbrattato la facciata con una bomboletta spray cli colore nero.

Il 18 maggio è invece toccato ai Carabinieri di San Germano Vercellese intervenire, chiamati dal proprietario di una villa storica di Tronzano che lamentava un imbrattamento con vernice della facciata della sua dimora.

L’anziano non aveva sospetti, asserendo che in passato non era mai successo un fatto analogo.

Le indagini dei Carabinieri di San Germano

I carabinieri di San Germano  tuttavia, hanno iniziato ad esaminare le immagini delle telecamere poste lungo le vie d’accesso del paese,  notando che verso le ore 03.00 della notte dell’atto vandalico era transitata un’utilitaria di proprietà di un anziano dimorante in provincia di Asti.

Il veicolo era stato ripreso da diverse telecamere poste vicino all’abitazione danneggiata, e si notava che il conducente del mezzo, ad un certo punto, parcheggiava il veicolo e con una latta di colore si dirigeva verso l’abitazione storica.

Il proprietario del veicolo, un 77enne della provincia di Asti, è stati invitato in caserma e denunciato per deturparnento ed imbrattamento di cosa altrui, alla Procura della Repubblica di Vercelli.

Gli investigatori hanno accertato anche il movente, scoprendo che l’anziano aveva agito a causa di un forte rancore, poiché era stato
contravvenzionato da un agente della polizia locale del Comune di Lamporo, che altri non era che il figlio convivente del proprietario della villa storica di Tronzano.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter