Cronaca
Cronaca

Ubriaco litiga con la moglie e minaccia i carabinieri: arrestato

Un rumeno residente a Santhià dà in escandescenze e finisce in carcere.

Ubriaco litiga con la moglie e minaccia i carabinieri: arrestato
Cronaca Vercellese, 03 Giugno 2020 ore 16:43

I carabinieri della stazione di Arborio in collaborazione con quelli dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Vercelli e della stazione di Casanova Elvo hanno arrestato una persona per maltrattamenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Nella notte del 3 giugno 2020, verso le ore 01.00 giungeva una richiesta di intervento alla centrale operativa dei carabinieri della Compagnia di Vercelli da parte di un privato cittadino che segnalava in Santhià, nella vicina abitazione, che era in atto una violenta lite.

In poco tempo una pattuglia dei carabinieri della stazione di Arborio si è portata sul posto, constatando la veridicità della comunicazione. Il capo famiglia, un rumeno di 34 anni, in palese stato di ubriachezza, stava litigando animatamente con la moglie, alla presenza dei figli minorenni.

I carabinieri hanno cercato strenuamente di calmarlo, invano, sino a che, il rumeno ha cominciato a minacciarli ed insultarli.

Resiste al fermo

A questo punto gli operanti hanno deciso di bloccare l’esagitato per evitare che potesse passare alle vie di fatto. Il rumeno ha cercato però di divincolarsi dalla persa dei carabinieri spintonandoli via, sino a quando non è sopraggiunto un altro equipaggio che ha dato manforte ai carabinieri di Arborio, riuscendo ad immobilizzare l’esagitato che veniva accompagnato in caserma ed al termine degli accertamenti è stato dichiarato in stato di arresto per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale.

Fortunatamente nessuno dei militari ha riportato lesioni.

Il PM di turno che ha disposto la traduzione in carcere. Nel primo pomeriggio di mercoledì 3 giugno 2020 il processo per direttissima.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter