Cronaca

Truffe sms: falso messaggio “Euronics” promette la vincita di un iPhone11

La Polizia Postale: “è una frode”. Lo “Sportello dei Diritti”: fate attenzione a questi sms, non cliccate sul link né fornite dati personali o bancari e cancellateli immediatamente.

Truffe sms: falso messaggio “Euronics” promette la vincita di un iPhone11
05 Luglio 2020 ore 13:13

Le truffe attraverso sistemi telematici o sms non conoscono sosta. Una nuova frode del tipo cosiddetto smishing può coinvolgere ciascuno di noi purché si possieda uno smartphone. Come abbiamo più volte segnalato dallo “Sportello dei Diritti”, basta un innocuo messaggino, un nostro click, la promessa della vincita dell’ultimo telefonino alla moda, come un iPhone 11, previa partecipazione ad un sondaggio, l’inserimento di nostri dati personali e bancari ed il gioco è fatto: subito dopo possiamo vederci prosciugato il conto o clonata la carta di credito. A denunciare l’ultima truffa di questo tipo, è la Polizia Postale con un post pubblicato sulla pagina Facebook “Commissariato di PS On Line – Italia”: “ATTENZIONE – In questi giorni potrebbe giungere sul vostro smartphone un falso SMS da parte della catena di negozi Euronics. Nel testo del messaggio è presente un link che, se cliccato, rimanda ad un sito clone apparentemente simile a quello ufficiale della predetta azienda. Il messaggio, facendo riferimento alla possibilità di vincere uno smartphone iPhone 11, invita i destinatari a partecipare ad un sondaggio e ad inserire i propri dati personali e della carta di credito.

Vi consigliamo pertanto di:

• Non “cliccare” sul link proposto;

• Non fornire alcun dato personale o relativo alla propria carta di credito o conto bancario;

• Effettuare la scansione del dispositivo con un antivirus aggiornato.”

Anche la catena Euronics, ovviamente inconsapevole, diventa uno specchietto per le allodole per tanti che non prestano attenzione e che sono attratti da false promesse di regalo che alla fine si rivelano solo un modo per accedere ai nostri dispositivi, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”. Perché nonostante gli avvertimenti e gli inviti all’attenzione che continuamente rivolgiamo, sono ancora troppi i cittadini che reagiscono d’impulso e si fanno fregare facilmente. Il modo migliore per difendersi, è quello di seguire fedelmente le indicazioni della Polizia Postale. Nel caso siate comunque incappati in una di queste truffe potrete rivolgervi agli esperti della nostra associazione tramite i nostri contatti email info@sportellodeidiritti.org o segnalazioni@sportellodeidiritti.org per valutare immediatamente tutte le soluzioni del caso per evitare pregiudizi.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità