Menu
Cerca
Cronaca

Trino: focolaio Covid alle scuole medie

Sono 29 i trinesi positivi e 160 sono le persone in isolamento fiduciario.

Trino: focolaio Covid alle scuole medie
Cronaca Vercellese, 28 Maggio 2021 ore 08:57

"Salgono ancora i positivi e le persone poste in quarantena nella nostra città" lo ha comunicato il Sindaco di Trino Daniele Pane attraverso i social.
"Purtroppo siamo saliti a 29 trinesi positivi al Covid-19 e 160 sono le persone in isolamento fiduciario. Tutti i casi di positività sono legati ai ragazzi della scuola media. Dei soggetti positivi 19 sono minorenni, allievi della scuola media, e gli altri 10 sono genitori dei ragazzini positivi, e attendiamo ancora l’esito di alcuni tamponi di casi sintomatici.

Chiusura scuola media: non ci sono gli elementi

Al momento non emetterò un’ordinanza di chiusura della scuola media perché non ho gli elementi, per quanto di mia competenza, per farlo. La competenza nella scelta di chiudere la scuola spetta al Dirigente Scolastico o al Sisp dell’ASL di Alessandria. Per poter firmare io un’ordinanza, dovrebbe esserci un rischio per la città, cosa che al momento non si evidenzia, né nei casi positivi, né tra i sospetti in attesa di tampone, in quanto tutti circoscritti alla situazione scuola media - continua Daniele Pane - Ho scritto sia al SISP sia al Dirigente Scolastico, invitandoli a valutare attentamente la chiusura della scuola o la sospensione dell’attività in presenza, ma da un lato l’ASL ci ha comunicato di non essere nelle condizioni di farlo, in quanto hanno requisiti stabiliti dalle linee guida regionali che, al momento, non prevedono la chiusura.
La Dirigente, invece, nella lettera di risposta, mi ha comunicato che secondo le sue valutazioni il contagio è avvenuto sempre al di fuori dell’Istituto.

Sospese e rimandate le attività

Precauzionalmente, in accordo con il parroco Don Patrizio Maggioni e le associazioni sportive cittadine abbiamo sospeso o rimandato le loro attività, per le fasce d’età interessate da questa situazione. Verranno, pertanto, rimandate anche le cresime, previste per il 6 giugno.
Stiamo cercando tutti di fare il possibile per tutelare la salute della cittadinanza e contenere, per quanto nelle nostre possibilità, la diffusione del contagio - conclude il primo cittadino - Siamo consci che questa situazione arreca alcuni disagi a famiglie e attività, ma mantenendo la calma e rispettando le regole ne usciremo presto, senza ulteriori peggioramenti".