Piemonte

Torna in vendita la cancelleria: l’ordinanza regionale

Lo stesso provvedimento prevede l'accesso prioritario agli esercizi commerciali per gli operatori della sanità.

Torna in vendita la cancelleria: l’ordinanza regionale
30 Marzo 2020 ore 10:33

Cambio di rotta dalla regione Piemonte: i negozi potranno tornare a vendere materiale di cancelleria.

Penne e quaderni

Fino al 3 aprile, all’interno delle attività di vendita di generi alimentari e alle altre attività commerciali non soggette a chiusura è possibile la vendita al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio (codice ATECO 47.62.20). Lo stabilisce l’ordinanza firmata ieri dal governatore piemontese Alberto Cirio. Parallelamente, le cartolibrerie e gli altri esercizi commerciali, che da Dpcm devono mantenere i locali chiusi al pubblico, potranno proseguire la vendita di questi prodotti di cancelleria per corrispondenza con consegna a domicilio, come già avvenuto fino ad oggi.

La scuola

«Abbiamo ritenuto importante venire incontro alle esigenze espresse da tante famiglie e dal mondo scolastico in un momento in cui la didattica a distanza è uno strumento fondamentale da continuare a potenziare» sottolineano il presidente Cirio e l’assessore al Commercio, Vittoria Poggio.

Precedenza ai sanitari

La stessa ordinanza prevede anche che le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità garantiscano un accesso prioritario a medici, infermieri, operatori socio sanitari (OSS), membri della Protezione Civile, soccorritori e volontari muniti di tesserino di riconoscimento.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità