Caso esemplare

Taverna & Tarnuzzer: l’e-commerce salva la tradizione

L'uso della piattaforma Vidra ha salvato la produzione pasquale e portato nuovi clienti.

Taverna & Tarnuzzer: l’e-commerce salva la tradizione
Vercelli e dintorni, 13 Maggio 2020 ore 11:33

Nella foto il team di Taverna&Tarnuzzer.

L’e-commerce di prossimità è un fenomeno esploso con il lockdown. La necessità di attuare e gestire al meglio le consegne a casa ha spinto tanti esercizi ad entrare in un mondo prima quasi sconosciuto. Si sta scoprendo che bastava pensarci e la stessa modalità che finora ha premiato soprattutto i colossi mondiali, a danno di tanti settori commerciali, può essere vincente anche per chi sta sul territorio da oltre un secolo. E’ il caso della pasticceria vercellese Taverna&Tarnuzzer.

Nella necessità di dover attivare da un giorno all’altro una modalità di consegna a casa la mitica azienda del centro cittadino ha scelto la piattaforma Vidra, creata dall’omonima startup biellese fondata da Guido Frascadore e Alessandro Miliucci che integra in un’intuitiva app la creazione di un sito internet, la vendita e la spedizione dei prodotti. Così facendo, in poche ore, la pasticceria è riuscita ad essere on line con il proprio eCommerce, in tempo per le festività di Pasqua.

“Acquisiti tanti nuovi clienti”

“Siamo riusciti a gestire due settimane di lavoro intenso, quelle che precedono le festività pasquali, in modo semplice e efficiente – afferma Nicola Tarnuzzer – Abbiamo acquisito nuovi clienti e reso felici tante persone che non potendo uscire, hanno voluto comunque inviare un dolce pensiero a chi era lontano”.

Dopo un primo test realizzato nel periodo di Pasqua, la pasticceria adesso non intende rinunciare ai vantaggi ottenuti grazie all’e-commerce.
Ogni mattina, all’apertura si controllano gli ordini e si preparano le consegne della giornata: dolci, pasticcini e biscotti, tra cui i bicciolani e gli amaretti morbidi, vere e proprie prelibatezze della tradizione vercellese.

“E-commerce parte integrante del nostro lavoro”

“Ci siamo affacciati ad un mondo ancora inesplorato, senza sapere se saremmo riusciti a ottenere dei risultati soddisfacenti, vista anche la situazione generale – ammette Nicola Tarnuzzer – Per noi si tratta di un mercato nuovo. La storia della nostra pasticceria è centenaria, inizia il 13 febbraio 1889 e, per il tipo di attività, il servizio ecommerce non sembrava certo una priorità su cui investire nel breve termine. Oggi le prospettive sono cambiate e lo consideriamo come parte integrante del nostro lavoro”.

La piattaforma Vidra al momento conta più di 2mila clienti, di cui la metà arrivati proprio nell’ultimo bimestre con richieste soprattutto dai settori food & beverage, abbigliamento, scarpe e sport, benessere e ottica.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità