Cronaca
Regionale

Stecco, Consigliere regionale, prende le difese dei medici di famiglia

Riconoscenti ai Medici di Medicina Generale in prima linea nella lotta al coronavirus.

Stecco, Consigliere regionale, prende le difese dei medici di famiglia
Cronaca 14 Aprile 2020 ore 09:42

Alcuni giorni fa Alberto Preioni, capogruppo della Lega Nord in Consiglio regionale, aveva fatto un intervento sollevando polemiche proprio verso i medici di famiglia: "Abbiamo segnalazioni di medici di famiglia che si sono negati, che non si sono recati dai malati, che li hanno aspettati giorni e giorni, e questo certamente non ha aiutato a contenere l’epidemia".

Episodio che ha fatto intervenire il Presidente della Commissione Sanità, Stecco.

I medici di famiglia sono stati e saranno sempre la prima linea, sia nell’emergenza che nella normalità, avendo un ruolo insostituibile di raccordo tra i cittadini e le famiglie e tutto il sistema sanitario regionale.
I medici di medicina generale si sono dimostrati uno dei cardini fondamentali della lotta al coronavirus e lo dimostra sia il fatto che hanno pagato anche loro un prezzo salato in termini di contagi e di morti come purtroppo anche medici, infermieri, tecnici ospedalieri, sia che sempre da loro sono giunte molte proposte migliorative recepite durante quest’emergenza.
Su di loro si baserà la ricostruzione di una sanità territoriale più efficiente, che si aggiunge al grande lavoro da fare con tutte le categorie per una sanità ospedaliera che tenga conto di quanto ci è successo con la pandemia oltre che dei problemi pregressi non risolti.
Dobbiamo farlo però mettendo da parte le polemiche, con la massima capacità di dialogo e di comprensione reciproca, lavorando tutti assieme con Regione, Consiglio Regionale, Commissione Sanità e tutti gli Ordini Professionali con un unico scopo: far ripartire la sanità piemontese imparando dalle sue fragilità per renderla più forte, facendo leva sui suoi punti di forza per puntare sempre di più all’eccellenza, nell’interesse primario dei nostri cittadini e pazienti. Così il Prof. Alessandro Stecco

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter