Menu
Cerca
Cronaca

Si è spento Giovanni Barberis, aveva 76 anni

Si è spento Giovanni Barberis, aveva 76 anni
Cronaca Vercellese, 16 Gennaio 2021 ore 13:48

E’ mancato all’età di 76 anni, nella notte tra venerdì 15 e sabato 16 gennaio, Giovanni Barberis. Giornalista vercellese e della cultura folk. Appassionato di arte e cultura, di musica blues, jazz, folk e di giornalismo, queste sue passioni lo avevano portato a collaborare con la redazione vercellese della Stampa e con Radio City, con la conduzione del programma radiofonico “Folk Bifolk Trifolk”. Negli ultimi tempi collaborava con VercelliWeb.tv. Barberis lascia la moglie Vittorina. Il Santo Rosario sarà recitato domenica 17 gennaio alle 17 nella chiesa parrocchiale di Stroppiana, dove viveva, mentre i funerali saranno celebrati martedì 19 gennaio alle 10,30 sempre a Stroppiana.

Un grande “cacciatore di storie”

Giovanni l’avevo incrociato negli anni Ottanta, cioè era che mi era venuto a cercare. Si era interessato all’attività culturale di un giovane, allora, vercellese…

Avrei poi imparato a conoscerlo meglio molti anni dopo, da collega giornalista. Collega… lui era un maestro, il più grande giornalista vercellese nelle cronache dello spettacolo e cultura. Ma non lo faceva mai pesare, sempre amichevole, curioso, generoso.

Dalle colonne de “La Stampa”, ma anche da radio e Tv locali, aveva dato voce e portato alla ribalta tantissimi personaggi nostrani.

Grande esperto di musica, in carriera aveva intervistato tanti big dello spettacolo di passaggio in città.

Legato alle radici, alle storie della sua famiglia, ai vercellesi emigrati. Era stato il fondatore dei “Vercellesi nel mondo”.

La sua attenzione anche per le realtà meno “sponsorizzate” è sempre stata un suo tratto caratteristico. Ricordo quanto fece per Giuseppe Rinone e il suo circolo, dove divenne una figura di riferimento.

Ricordo sue conferenze sull’America, lui aveva viaggiato negli Usa, ed era un grande estimatore della cultura a stelle e strisce.

Legato alla sua Bassa, a storie e “reperti”, aveva dedicato tempo a esplorare cascinali e viottoli di campagna alla ricerca di “surbie” come di edicole votive e altre tracce di storia.

Un amico sincero

Eravamo diventati amici e incontrarlo era sempre un piacere ed un’occasione di arricchimento culturale.

E’ rimasto sempre attivo, da pensionato si era poi dedicato a diversi progetti e i suoi servizi sui personaggi trasmessi da Vercelli Web Tv costituiscono un importante “granaio della memoria” locale.

Caro Giovanni oggi c’è il sole ma per chi ti ha incontrato sul cammino oggi è notte. Ma quello che ci hai donato resta a ricordarti.

Alla moglie Vittorina le condoglianze mie e di tutta la nostra redazione.

Gian Piero Prassi

Il giornale in uscita lunedì 18 gennaio ospiterà ampi servizi e ricordi sulla figura di Giovanni.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli