Regionale

Sesso telefonico: sborsa 450 euro, ma era una truffa

Amara sorpresa per un 54enne del Vco

Sesso telefonico: sborsa 450 euro, ma era una truffa
15 Maggio 2020 ore 11:47

Dal vicino Verbano una notizia curiosa. E’ la variante hot della classica truffa per cui l’interessato paga su poste-pay ma poi non riceve la merce…. In questo caso non si trattava di un telefonino usato o di altra mercanzia… ma di un appuntamento erotico in video-chat.

E poi Raffaella era pure un uomo…

E’ successo tempo fa, prima dell’attuale emergenza, ed è emerso in un processo.

Un 54enne aveva conosciuto su una chat di un sito di incontri una certa Raffaella che aveva messo su Internet le sue foto hot. Sempre via chat si erano accordati per un incontro di sesso telefonico con telecamera. L’uomo aveva quindi effettuato su PostePay il pagamento di 450 euro. Ma quando era stato ora di incontrarsi Raffaella non rispondeva più. Il truffato ha quindi presentato denuncia e le forze dell’ordine si sono messi sulle tracce di Raffaella, che in realtà era un uomo.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità