Cronaca

Sequestrato tempio crematorio: defunti da portare altrove

Blitz dei carabinieri a Biella ora le famiglie dovranno trovare altri impianti per le cremazioni.

Sequestrato tempio crematorio: defunti da portare altrove
Cronaca 26 Ottobre 2018 ore 12:06

Sequestrato tempio crematorio: defunti da portare altrove. Maxi blitz dei carabinieri a Biella ora le famiglie dovranno trovare altri impianti per le cremazioni.

Sequestrato tempio crematorio: defunti da portare altrove

Incredibile e angosciosa situazione quella che si è verificata per molte famiglie già nel dolore. Come riporta laprovinciadibiella.it, infatti, stamane c'è stato un Maxi blitz dei carabinieri al tempio crematorio di Biella. Dopo un’indagine durata alcune settimane, che si è avvalsa anche dell’uso di telecamere nascoste, sono state arrestate due persone ed è stata messa sotto sequestro la struttura.

Numerose le imprese di pompe funebri che sono giunte per far cremare le salme e ignare di quanto stesse succedendo si sono trovate di fronte ai sigilli posti dalle forze dell’ordine.

Resti umani abbandonati in scatoloni

Dalle prime indiscrezioni le violazioni paiono essere pesantissime. Sembra che siano stati trovati scatoloni contenenti resti umani abbandonati.

Il forno crematorio è gestito dalla società biellese Socrebi creata dall’impresa di pompe funebri Ravetti. Il caso è molto delicato visto che coinvolge tantissime famiglie. Per questo motivo è seguito direttamente dal procuratore Teresa Angela Camelio.

La chiusura dell'impianto sta creando problemi a famiglie di Piemonte e Lombardia

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter