Menu
Cerca
Cronaca

Cappuccio sui vaccini a Santhià: “Così non finiremo mai”

"Per uscire dalla pandemia occorre vaccinarsi, non si vedono al momento altre alternative, un giorno solo alla settimana dedicato è troppo poco".

Cappuccio sui vaccini a Santhià: “Così non finiremo mai”
Cronaca Santhià, 12 Marzo 2021 ore 08:21

Per uscire dalla pandemia occorre vaccinarsi, non si vedono al momento altre alternative, un giorno solo alla settimana dedicato ai vaccini sul territorio Santhiatese è troppo poco! E’ necessario spingere e trovare celeri soluzioni, di sicuro un giorno solo non basta!

“Per questi motivi ho scritto e chiesto al Direttore Generale dell’Asl di Vercelli Penna di conoscere esattamente la scaletta del piano vaccinale prevista per la nostra città ed il nostro territorio – si legge in una nota stampa a firma del sindaco di Santhià Angelo Cappuccio –  Se per vaccinare gli over 80 a Santhià il SISP è venuto solo tre volte e se su tutto il territorio ci sono circa 1400 over 80 da vaccinare, non è possibile che uno/due giorni la settimana siano da considerare sufficienti per metterci in sicurezza.

Il piano vaccini dovrebbe essere in questo momento la strada prioritaria su cui Regione Piemonte, Asl Vercelli e SISP dovrebbero concentrarsi per sconfiggere la pandemia. Credo che debelleremo questo virus solo quando operatori e luoghi vaccinali saranno impegnati 7 giorni su 7, 24 ore su 24! Con un giorno alla settimana e così com’è stata impostata questa campagna vaccinale, qui da noi, non finiremo mai!

Anche perché agli over 80enni sono poi da aggiungere agli anziani con problemi di deambulazione e parallelamente, come da direttive regionali, ci sono gli operatori scolastici, i volontari della protezione civile, i disabili, gli immunodepressi, le categorie più esposte. Proprio su questa disposizione ho chiesto al Direttore Generale dell’Asl di farmi recapitare, quanto prima, la programmazione predisposta.

Il Comune di Santhià ha messo a disposizione una sede aggiuntiva al già noto Presidio Sanitario, perché riteniamo che le vaccinazioni in questo momento siano la priorità assoluta, con la speranza che queste sedi vengano utilizzate a pieno regime. Priorità al piano vaccinale!”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli