Santhià Arona un salotto sui binari

Santhià Arona un salotto sui binari
Santhià, 30 Novembre 2017 ore 11:19

Santhià Arona Degrado fra i binari e costi lievitati per i pendolari costretti da tempo ad arrangiarsi.

Santhià Arona uno scempio

Come per la Vercelli – Casale si parla di riattivarla, forse… ma c’è chi fa presente che «nel piano regionale dei trasporti non se ne parla. Sono solo promesse elettorali» è Massimo De Simone di Roasio ex referente della Santhià Arona. La verità la momento è che la storica linea ferroviaria è al degrado e c’è anche stato chi ha allestito un salotto tra i binari! Molti tra Vercellese e Valsesia pensano che chiudere quella tratta sia stato un errore e che prima o poi bisognerà riaprirla, ma, come per la Vercelli – Casale, cosa costerà ripristinarne le percorribilità?

Intano i pendolari che da Gattinara e Valsesia vanno a Torino sono sottoposti oltre che al disagio anche a costi elevati per i trasporti.

«Da Gattinara spendiamo 70 euro con Baranzelli per arrivare alla stazione di Santhià. Per andare a Torino c’è solo il piano “Formula” che prevede treno e mezzi pubblici, ma se uno giunto nel capoluogo vuole andare in ufficio a piedi non può, perchè i mezzi pubblici sono inclusi per forza. E così si arriva a pagare 180 euro al mese». Chi invece va da Borgomanero a Torino ne spende “solo” 120. Insomma i conti non tornano… non solo per l’utenza ma anche per due territori che restano penalizzati.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità