San Germano: Cristina e Rudy le maschere del Carnevale 2020

Saranno loro, amici da sempre, al timone dell'edizione di quest'anno della tradizionale festa.

San Germano: Cristina e Rudy le maschere del Carnevale 2020
Vercellese, 06 Gennaio 2020 ore 17:35

Nell foto da sinistra: Beatrice Finotti vice presidente Pro Loco, Pietro Pavese presidente Pro Loco, Cristina Celoria, Rudy Boita, Diego Brberio e Maria Tucci (maschere uscenti).

San Germano: Cristina e Rudy le maschere del Carnevale 2020. Saranno loro, amici da sempre, al timone dell’edizione di quest’anno della tradizionale festa.

San Germano: Cristina e Rudy le maschere del Carnevale 2020

Cristina Celoria e Rudy Boita, sono loro le nuove maschere del Carnevale sangermanese 2020. Presentate ufficialmente ieri sera, domenica 5 gennaio, alla Sala Paggi.
Cristina Celoria è Giarman-ina, sangermanese doc, mamma 36enne. Cresciuta con lo spirito e l’amore per questa grande tradizione grazie al papà, Massimo Celoria, carrista da sempre con il gruppo dei “I Ventula”, che a malincuore quest’anno non ci sono più per motivi interni.
“Sono nata nel mese di novembre e a febbraio avevo già un vestito di Carnevale, e così è stato anche per mia figlia, nata a dicembre, a febbraio sfilava con me nel marsupio – racconta Cristina – papà ha sempre fatto il Carnevale, ce l’abbiamo nel sangue. Impersonare la maschera di Girmn-ina è una cosa che ho sempre voluto fare, ma che non ho mai chiesto e quando me l’hanno proposto sono rimasta sorpresa e felicissima. Un sogno nel cassetto che si è realizzato, per me il Carnevale è una festa che amo particolarmente più delle altre.Ringrazio la Famija sangermanesia per avermi dato questa opportunità di interpretare questo ruolo, per me è un onore”. L’abito che indosserà Cristina è molto tradizionale, classico, ma con due particolari che verranno svelati solo a febbraio.
A vestire i panni di Girman 2020 sarà Rudy Boita, anche lui sangermanese doc, 42 anni, single, felicissimo di intraprendere questa avventura con Cristina, legati da un profondo rapporto di amicizia. “Fin da piccolo ho sempre partecipato al Crnevale, prima sfilando e poi come carrista nel gruppo dei “Tirabusun”. E’ una cosa bella. Sono contentissimo è un’avventura che chi fa il Carnevale, prima o poi deve fare, è un desiderio che si avvera – comment Rudy – Spero tutti si divertano e che il tempo ci assista, per noi, per i carristi e per chi parteciperà a questa manifestazione e anche riuscire a far divertire. Desidero che sia un’esperienza che rimanga impressa nella mia mente”.
Prossimi appuntamenti saranno il 14 febbraio con l’arrivo delle maschere in treno alla stazione. Sabato 15 febbraio prima sfilata e la sera veglione mascherato. Domenica 16 Santa Messa e al pomeriggio seconda sfilata e veglione. Lunedì 17 fagiolata e ballo dei bambini; il Carnevale si concluderà con la sfilata notturna e l’ultimo veglione danzante.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE