Ricerche Google 2017: un anno in parole chiave

Personaggi, politica, gossip e calcio

Ricerche Google 2017: un anno in parole chiave
Vercelli e dintorni, 31 Dicembre 2017 ore 09:28

Ricerche Google le parole più cercate dagli italiani durante il 2017.

Ricerche Google in Italia spopolano “la Toffa” e il calcio

Personaggi pubblici, calcio, gossip, curiosità e anche le calamità naturali. Sono fra gli argomenti più cercati sulla grande G in Italia nel corso del 2017. Fra le parole chiave, il primo posto va alla “Iena” Nadia Toffa, che recentemente è stata colpita da un grave malore. Fortunatamente, si è ripresa al meglio. Al secondo posto viene l’hotel Rigopiano. Era il 18 gennaio quando il resort venne travolto da una slavina: 29 persone persero la vita. Circa un mese fa, sono emerse delle intercettazioni di comunicazioni precedenti alla tragedia, che hanno riacceso l’attenzione degli italiani sull’accaduto. Terzo posto per il match calcistico “Italia – Svezia”, che a metà novembre ha sancito il mancato accesso degli azzurri al mondiale.

I personaggi più cliccati

Nadia Toffa al primo posto anche per le ricerche inerenti personaggi, seguita dal giovane calciatore Gianluigi Donnarumma e da Nicky Hayden, pilota statunitense morto il 22 maggio in Italia, investito da un’auto mentre era in sella alla sua bicicletta. Tra gli eventi, primeggia ancora il match “Italia – Svezia”, seguito dall’intramontabile Sanremo. Terza chiave di ricerca in questo settore è “terremoto”. Curiosi i “come fare” e i “Perché”. Gli italiani hanno chiesto a Google soprattutto come fare le olive in salamoia, come fare il backup e come fare la marmellata di albicocche. Da buone forchette, ci siamo interessati molto anche a come fare il pesto, la carbonara e la crema pasticciera.

La politica ai tempi di Google

Fra i “Perché” chiesti a Google, politica, medicina, storia e gossip: Google ha dovuto spiegare perché la Catalogna vuole l’indipendenza, perché fischiano le orecchie, perché le cicale cantano, perché si festeggiano l’8 marzo e Ferragosto, perché il sale scioglie il ghiaccio, perché la Corea del Nord vuole attaccare gli Stati Uniti, perché si chiama “Blockhaus” e perché c’è la guerra in Siria. Degno di nota anche l’elenco delle parole di cui è stato cercato più spesso il significato: primo posto per “ipocondriaco”, seguito da “mannaggia”. La musica ha lasciato il segno con “despacito”, “namaste”, e “panta rei”. La politica ci ha fatto riscoprire il latino con il “Rosatellum” (trattasi in realtà di “latinorum”, visto che prende semplicemente ispirazione dal nome del deputato Ettore Rosato, ideatore di questo tipo di legge elettorale) e lo “ius soli”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter