Reati contro anziani: in casa la maggioranza degli episodi

Vercelli in  questo studio si conferma provincia sicura.

Reati contro anziani: in casa la maggioranza degli episodi
Vercelli e dintorni, 21 Marzo 2018 ore 16:31

Reati contro anziani: in casa la maggioranza degli episodi. Vercelli in  questo studio si conferma provincia sicura.

Reati contro anziani: in casa la maggioranza degli episodi

La Federazione dei pensionati Cisl è da sempre sensibile al tema della sicurezza degli anziani. Da più di 20 anni, infatti, mette a disposizione dei propri iscritti una “Cassa di Solidarietà” per le vittime di furti e scippi. Il contributo erogato può raggiungere un massimo di 250 euro e riguarda il furto di denaro, di documenti o chiavi, del cellulare oppure di oggetti in oro. La condizione essenziale per ricevere il contributo è la presentazione della denuncia.

Proprio attingendo a quest'esperienza la Cisl ha redatto un rapporto a livello regionale negli ultimi 5 anni (2013-2017). Ripetiamo sono i casi trattati dal patronato, quindi solo una parte del totale dei reati contro gli anziani denunciati in Piemonte.

Se ne parlerà nel seminario della Fnp Cisl Piemonte di venerdì 23 marzo, che si tiene dalle ore 9.30 alle 13, all’Hotel Majestic, in corso Vittorio Emanuele II, 54 a Torino, dal titolo: “Usciamo dalla solitudine per difenderci da furti e scippi”. Alla presenza di Duccio Scatolero, già docente di criminologia, Fernanda Deniso, vice questore di Torino, il mago Andrés, e la segretaria nazionale Fnp Cisl, Patrizia Volponi.

Forte calo degli scippi

Anche se i dati Istat ci dicono che dal 2013 al 2016 il numero dei reati relativi a furto, rapina, scippo e truffa sono in diminuzione, il 78% degli italiani crede invece che il numero di reati sia aumentato. Secondo il report della Fnp Cisl Piemonte, la diminuzione complessiva dei reati è avvenuta su tutte le quattro categorie.

Questo è particolarmente visibile per gli scippi, passati dai 136 del 2013 ai 54 del 2017.
Guardando all’età delle vittime, le truffe riguardano principalmente i soggetti più anziani. Questo le rende un reato particolarmente odioso, in quanto perpetrato ai danni delle persone più fragili.

Solo il 6,7% dei reati denunciati da chi ha meno di 65 anni è una truffa, ma la percentuale sale al 34,1% per gli ultraottantenni. Gli scippi hanno un picco superiore al 50% nella fascia di età tra i 70 e gli 80 anni. La percentuale di furti nelle abitazioni e nelle automobili segue una tendenza opposta rispetto a quella delle truffe, diminuendo sensibilmente con l’aumento dell’età.

Vercelli tra le province più sicure

Guardando ai luoghi dove avvengono i reati, si constata come l’area domestica sia quella più colpita. Seguono i mezzi pubblici e le stazioni (fenomeno che riguarda quasi esclusivamente la Città di Torino).
Il numero delle denunce liquidate ai propri associati dalla Fnp Cisl, suddivise per provincia, vede in testa Torino con 471, seguita da Alessandria con 190, Novara con 151, Cuneo con 74, Asti con 59, Vercelli con 34, Biella con 27 e il Verbano Cusio Ossola con 14.

Non restate da soli

“Il nostro messaggio, rivolto soprattutto agli anziani, – conclude il segretario regionale Cisl Fnp, Gianni Vizio – è di uscire dalla solitudine, che rende le persone più fragili e indifese, e di aumentare la socialità e le relazioni. Serve di più frequentare luoghi di aggregazione, come ad esempio il sindacato e le associazioni di volontariato, che rinchiudersi in casa”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter