Regionale

Raccolta funghi: attivato il servizio di pagamento tramite PiemontePay

Raccolta funghi: attivato il servizio di pagamento tramite PiemontePay
11 Ottobre 2020 ore 10:17

Anche l’Ente di gestione delle Aree protette del Po vercellese-alessandrino ha aderito al sistema PiemontePAY, messo a disposizione dalla Regione Piemonte a favore di Comuni e altri enti pubblici regionali, per consentire i pagamenti telematici attraverso il nodo nazionale dei pagamenti denominato “Sistema Pubblico di Connettività”.

Sistema nazionale per pagamenti elettronici alle pubbliche amministrazioni

Il sistema PiemontePay si interfaccia con il sistema nazionale PagoPA, un sistema pubblico che consente di effettuare pagamenti elettronici alle pubbliche amministrazioni in modo semplice, sicuro e affidabile, in totale trasparenza nei costi di commissione. PagoPA è un sistema nazionale al quale tutte le amministrazioni pubbliche sono obbligate ad aderire.
A partire dal 1° luglio 2020 il servizio è stato attivato per effettuare il versamento per il titolo di abilitazione alla raccolta dei funghi, ma con il medesimo sistema saranno possibili versamenti per altri scopi, quali ad esempio il pagamento di sanzioni amministrative, di canoni per l’uso della sala convegni, oppure l’acquisto di servizi vari, quali ad esempio le attività di educazione ambientale.

Le istruzioni per il versamento ai fini dell’abilitazione alla raccolta funghi

accedere alla pagina internet: https://pay.sistemapiemonte.it/epayweb/
selezionare il riquadro blu Accesso libero
selezionare il riquadro blu: Paga con PiemontePay
selezionare nella finestra “Ente”: Parco Fluviale del Po e dell’Orba
selezionare dal menù a tendina della finestra “Pagamento” la voce Titolo raccolta funghi
selezionare il tasto blu (in basso a destra) Prosegui
inserire i dati richiesti (si ricorda che gli importi sono € 5,00 giornaliero, € 10,00 settimanale, € 30,00 annuale, e 60,00 biennale ed € 90 triennale).
Occorre mettere la “spunta” alla casella per il consenso al trattamento dei dati personali, così come sulla casella “Non sono un robot” e seguire le indicazioni richieste, selezionare il tasto Prosegui, si aprirà la pagina “Benvenuto nel sistema di pagamento della Pubblica Amministrazione italiana: PagoPA”, selezionare il riquadro blu Entra con la tua email, selezionare la casella per accettare la privacy policy, selezionare le modalità di pagamento (carta di credito/debito – contro corrente – altri metodi di pagamento), seguire la procedura guidata di pagamento. Indicare nella causale il Nome e cognome (della persona che usufruirà del titolo raccolta funghi) – Periodo (indicare il giorno – la settimana – l’anno solare di validità del titolo raccolta funghi).
A conclusione della transazione di pagamento, il cittadino riceverà riceverà direttamente la RT (ricevuta telematica), comprensiva di “IUV” e di tutti gli altri dettagli del pagamento.
La funzionalità Verifica sarà utilizzabile in qualsiasi momento dai cittadini, indicando uno IUV ed il codice fiscale del debitore corrispondente.

Non dimenticare la ricevuta

Si rammenta che durante la ricerca dei funghi sarà necessario avere con sé la prova/ricevuta di versamento, accompagnata da un documento di riconoscimento dell’identità personale, da esibire in caso di richiesta da parte del personale addetto al controllo. Il titolo di abilitazione è valido su tutto il territorio regionale.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità