Raccolta carta e cartone: Provincia di Vercelli fra luci e ombre

Si registra il miglior incremento sull'anno precedente, ma restiamo penultimi come raccolta pro capite.

Raccolta carta e cartone: Provincia di Vercelli fra luci e ombre
18 Settembre 2019 ore 16:14

Raccolta carta e cartone: Provincia di Vercelli fra luci e ombre. Si registra il miglior incremento sull’anno precedente, ma restiamo penultimi come raccolta pro capite.

Raccolta carta e cartone: Provincia di Vercelli fra luci e ombre

Nella foto lo schema regionale con la cartina.

Buone notizie a livello regionale per la raccolta differenziata di carta e cartone. Siamo una delle regioni virtuose con una media pro capite di 62,6 Kg raccolti, più della media nazionale attestata a 56,3 chili e pari a 277.530 tonnellate recuperate in un anno.

Contraddittorie invece le notizie per la provincia di Vercelli, siamo infatti il territorio che ha registrato il maggior incremento (12,7%) rispetto al 2017 (i dati sino riferiti al 2018). Tuttavia restiamo penultimi a livello piemontese,  con un dato ancora inferiore alla media italiana, 55,5 kg pro-capite. Peggio di noi solo Asti con 51,7 kg.

Davanti tutte le altre province. In testa c’è Biella (77,3 Kg), poco dietro Verbania (71,2 Kg) e, a seguire, Cuneo (69,9), Torino (61,5), Novara (60,2) e Alessandria (59,7 Kg pro capite).

È quanto emerso dal 24° rapporto nazionale presentato nei giorni scorsi da Comieco, Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli imballaggi a base cellulosica. Cresce comunque la sensibilità nei confronti della tutela ambientale da parte dei cittadini piemontesi, sempre più attenti a differenziare dagli altri materiali carta e cartone, che rappresentano quasi il 13% del totale dei rifiuti urbani raccolti nella regione.

Un sistema di gestione efficace

Dietro ai buoni risultati raggiunti però non c’è solo l’impegno a differenziare, ma anche un sistema di gestione efficace ed efficiente, capace di garantire a qualunque condizione il ritiro e l’avvio a riciclo di carta e cartone. In particolare, in Piemonte sono presenti 27 piattaforme convenzionate per il riciclo e 6 cartiere.

Piemonte virtuoso

“Il Piemonte ha una consolidata abitudine alle buone pratiche in tema di raccolta differenziata di carta e cartone coerentemente con le altre regioni del Nord Italia, un‘area che ha raggiunto nel complesso una solida maturità “, dichiara Carlo Montalbetti, Direttore Generale di Comieco. ““L’impegno dei cittadini nel separare e raccogliere correttamente carta e cartone si è tradotto in una crescita del 4,4% rispetto al 2017, grazie anche all’importante lavoro delle amministrazioni locali e all’impegno di Comieco, in grado di assicurare ai Comuni il ritiro delle proprie raccolte e il conseguente avvio a riciclo. A fronte del materiale cellulosico proveniente da raccolta differenziata e dato in gestione al Consorzio nel 2018, Comieco ha riconosciuto circa 9,5 milioni di euro in corrispettivi economici ai 1.055 Comuni piemontesi in convenzione.”

Alcuni numeri

In 21 anni di operatività del sistema consortile, i Comuni italiani hanno ricevuto complessivamente da Comieco oltre 1,6 miliardi di euro in corrispettivi economici a sostegno della raccolta differenziata di carta e cartone: risorse importanti che hanno contribuito alla crescita e alla sempre maggiore efficienza del sistema di gestione dei rifiuti urbani.
A livello nazionale, il rapporto ha fotografato una situazione molto positiva: 3,4 milioni di tonnellate di carta e cartone raccolte nel 2018, con un aumento complessivo del 4%, pari a + 127.000 tonnellate, rispetto al 2017, distribuito in tutte e 3 le macroaree con particolare evidenza al Sud e al Nord.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE