Pronto soccorso intasato: reparto cuscinetto a Santa Rita

L'Asl ha stipulato un accordo con la clinica per fronteggiare i numerosi accessi della stagione invernale.

Pronto soccorso intasato: reparto cuscinetto a Santa Rita
Vercelli e dintorni, 20 Gennaio 2020 ore 11:42

Pronto soccorso preso d’assalto in inverno: l’Asl di Vercelli stipula un accordo con la clinica Santa Rita per alcuni posti letto.

Pronto soccorso pieno

Quello invernale è un periodo critico per i reparti di pronto soccorso: gli accessi si moltiplicano. L’Asl Vercelli ha quindi sottoscritto un accordo con la clinica cittadina Santa Rita per avere dieci posti letto aggiuntivi di medicina interna, utilizzabili per ricoverare pazienti inviati dal pronto soccorso in caso di sovraffollamento al Sant’Andrea. Il reparto “cuscinetto” sarà usato in caso di diagnosi certa e assenza di patologie particolari. Sarà la stessa Asl a prendersi carico del trasporto in ambulanza.

“Un apporto strategico”

«È la prima volta – sottolinea il Direttore Sanitario dell’ASL di Vercelli Arturo Pasqualucci – che sottoscriviamo un protocollo di tale natura e ringraziamo la clinica Santa Rita e la sua amministrazione per aver compreso l’importanza di questo servizio. In questi giorni stiamo registrando un elevato numero di accessi in pronto soccorso a cui è corrisposta una percentuale, mediamente più alta del solito, di ricoveri. Ecco perché, specie in tale periodo stagionale, questo apporto diventa estremamente strategico e funzionale».

Sinergia tra pubblico e privato

«Crediamo molto nella sinergia tra ente pubblico e privato accreditato al fine di intercettare le esigenze sanitarie del territorio – commenta il Direttore Generale della Clinica Santa Rita Alessandro Cagliani. La richiesta di collaborazione da parte dell’ASL di Vercelli va in questa direzione e consente al territorio di poter avere un riscontro adeguato».