Menu
Cerca
Cronaca

Non paga il biglietto e minaccia il capotreno: "scendi che facciamo i conti"

Un 43enne pregiudicato inscena una sceneggiata sul Torino-Milano.

Non paga il biglietto e minaccia il capotreno: "scendi che facciamo i conti"
Cronaca Lungosesia e Alto Vercellese, 10 Giugno 2021 ore 15:07

Martedì 8 giugno pomeriggio, sul treno di Trenitalia che da Torino porta a Milano, mentre il capotreno procedeva al controllo dei biglietti, ha trovato un passeggero che ne era sprovvisto e, per giunta, stava fumando all’interno della carrozza non fumatori.

Si trattava di un 43enne di Torino, già gravato da precedenti penali di varia natura, poi identificato e multato.

L'uomo invece di ammettere la "furbata" ha avuto un atteggiamento aggressivo nei confronti del capotreno, tanto da seguirlo da vicino con fare minaccioso durante le successive fermate.

Aggressivo al limite dell'aggressione

Il bigliettaio, giunto a Chivasso, visto che il soggetto gli rimaneva appiccicato, tanto da impedirgli di adempiere alle operazioni di apertura e chiusura delle porte delle carrozze, e continuava a minacciarlo, arrivando persino a invitarlo a scendere dal convoglio per fare i conti, solo grazie all’intervento di un altro collega, riusciva a farlo desistere dall’intento molesto e minaccioso, costringendolo a scendere dal treno, che riprendeva la propria marcia in ritardo.

Il capotreno, palesemente turbato, il 9 giugno si rivolgeva, ai carabinieri della stazione di Buronzo ,per formalizzare  una denuncia-querela per resistenza a pubblico ufficiale ed interruzione di pubblico servizio.

A.F. 43 enne è stato deferito alla Procura della Repubblica di Vercelli.