Cronaca

Nella notte fugge e sperona l'auto dei carabinieri: fermato un 26enne

L'automobilista è risultato positivo all'alcoltest. E' successo la scorsa notte a Borgo Vercelli

Nella notte fugge e sperona l'auto dei carabinieri: fermato un 26enne
Cronaca Vercellese, 20 Gennaio 2023 ore 16:42

Nella notte fugge e sperona l'auto dei carabinieri: fermato un 26enne

Nella notte fugge e sperona l'auto dei carabinieri: fermato un 26enne

Poco prima delle 2 della notte tra giovedì 19 e venerdì 20 gennaio, i Carabinieri della Stazione di Borgo Vercelli, in servizio di perlustrazione, imponevano l’alt ad una vettura Bmw 120 che sfrecciava nelle vie del centro della città di Vercelli a velocità sostenuta. Il conducente del mezzo, anziché ottemperare all’ordine, accelerava e si dileguava in direzione di Novara.

L’immediato allarme, diramato tra tutti i servizi delle Forze dell’Ordine operanti in zona, consentiva ad un equipaggio del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Vercelli di intercettare il mezzo in fuga sulla SP 11 in corrispondenza dell’inizio dell’abitato di Borgo Vercelli.
Dopo un breve inseguimento, durante il quale il mezzo militare veniva anche speronato fortunatamente senza conseguenze ulteriori se non un danno alla fiancata, il veicolo fuggitivo terminava la propria corsa fuori dalla sede stradale. Nessuno rimaneva ferito in conseguenza dei fatti.
Il conducente del mezzo, un cittadino italiano di 26 anni, risultava positivo all’alcoltest nonché sprovvisto della patente di guida poiché già sospesa, mentre il veicolo risultava abusivamente utilizzato in quanto sottoposto a sequestro amministrativo in occasione di precedenti gravi violazioni al Codice della Strada.

A bordo c’erano anche altri due giovani, un bosniaco di 42 anni ed un marocchino di 32 anni, entrambi pregiudicati.

Naturalmente a carico del responsabile di questo pericoloso gesto verranno contestate una serie di gravi sanzioni amministrative nonché la violazione dell’obbligo di custodia del veicolo già sottoposto a precedente sequestro.

Seguici sui nostri canali