Santhià

Musiche di Morricone in centro, così Santhià omaggia il Maestro

Nella mattinata di martedì 7 luglio per diversi minuti diffusi frammenti dei suoi più grandi successi.

Santhià, 07 Luglio 2020 ore 11:36

 

Il Sindaco di Santhià Angelo Cappuccio ha voluto onorare il grande maestro Ennio Morricone, morto ieri, lunedì 6 luglio all’età di 91 anni, diffondendo per alcuni minuti nelle vie del centro della città un “medley” delle più leggendarie colonne sonore per il cinema che il compositore ha realizzato in una lunga carriera.

Morricone: il genio della musica da film

Ennio Morricone era nato a Roma il 10 novembre del 1928, diplomato al Conservatorio Santa Cecilia di Roma in Tromba, ma poi si è dedicato alla carriera di compositore con un genio innato nel completare con la musica il racconto per immagini. Tanto che ha all’attivo più di 500 colonne sonore di film e sceneggiati Tv.
Ma la sua avventura musicale è cominciata con ben 100 composizioni di stampo classico e poi come compositore e arrangiatore che ha creato le musiche di alcuni grandi successi italiani degli anni Sessanta, come “Abbronzatissima” di Edoardo Vianello, per il quale ha poi composto altri brani, “Sapore di sale” di Gino Paoli, “Se telefonando” di Mina e tanti altri successi.
Per quanto concerne la musica per il cinema certamente la sua fama è esplosa nella stagione degli “Spaghetti western” con le musiche per “Un Pugno di dollari” ed altri successi di Sergio Leone e non solo. Ha lavorato per quasi tutti i più grandi registi italiani. Anche a livello mondiale è stato uno dei più bravi e richiesti. Sue le colonne sonore di capolavori come “Mission”, “Gli intoccabili”, “I giorni del cielo”. Ha all’attivo due Oscar, il primo fu alla carriera, nel 2007, perché aveva avuto ben 5 nomination ma mai la statuetta. Di solito il premio alla carriera chiude, appunto, la carriera di un artista, invece Morricone rivinse l’Oscar nel 2016 per il commento musicale a un film di Quentin Tarantino “The Hateful Eigt” (che gli valse pure il Golden Globes). A riprova del fatto che anche in tarda età aveva continuato a lavorare ad altissimi livelli.
Nel 2017 venne insignito del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana.
Al suo attivo anche tre Grammy Awards, quattro Golden Globes, sei BAFTA, dieci David di Donatello, undici Nastri d’argento, due European Film Awards, un Leone d’Oro alla carriera e un Polar Music Prize. Ha venduto inoltre più di 70 milioni di dischi. Possiamo ben dire che si è guardanato la sua stella sulla “Hollywood Walk of Fame”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità