Morto a 146 anni: era il nonno del mondo

Mbah Sodimedjo, detto Ghoto, diceva di essere nato nel 1870

Morto a 146 anni: era il nonno del mondo
02 Maggio 2017 ore 17:06

Mbah Sodimedjo, detto Ghoto, diceva di essere nato nel 1870

Sodimedjo, indonesiano conosciuto da tutti come Mbah Gotho, è morto nei giorni scorsi. Era il nonno del mondo! Diceva infatti di essere nato nel 1870 sull'isola di Java: i suoi documenti dicevano che fosse nato a dicembre ma non sono mai stati riscontrabili in quanto l'Indonesia ha cominciato a registrare le nascite solo nel 1900.
Gotho ha visto morire dieci fratelli, quattro mogli e tutti i suoi figli e a ben dieci nipoti fumando accanitamente fino al suo ultimo respiro di vita. A riportare la notizia la BBC. E' stato sepolto a Sragen dopo la cerimonia funebre organizzata da un nipote ormai molto anziano (!) il quale ha raccontato che il legno per il feretro era stato acquistato da Sodimejo solo diciotto anni fa e che la lapide era stata preparata nel 1992, quando era fermamente convinto che fosse arrivata la sua ora.
Alla domanda più ricorrente che gli veniva fatta, cioè quale fosse il segreto della sua pazzesca longevità, Sodimejo rispondeva con una frase semplice: "La vera ricetta è la pazienza".
E la tranquillità che regna nel villaggio di Sragen dove fino a poche settimane fa coltivava il suo orto. 
Il Guinness dei Primati non menziona Gotho e attribuisce il titolo di più anziano di sempre a una donna francese - Jeanne Louise Calment - vissuta 122 anni e 164 giorni e morta nell'agosto del 1997.
Ma la leggenda narra di sedicenti matusalemme capaci di raggiungere età incredibii: l'etiope Dhaqabo Ebba che afferma di avere 163 anni e il nigeriano James Olofintuyi che ha dichiarato di averne addittura 171!!! Chissà quanti congiunti sono morti aspettando la loro eredità...

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter