"Mai più violenze come quelle di Borgo d'Ale". La promessa di Saitta

L'assessore regionale alla Sanità promette nuovi ferrei controlli nelle strutture sanitarie

"Mai più violenze come quelle di Borgo d'Ale". La promessa di Saitta
Santhià, 02 Aprile 2016 ore 02:10

L'assessore regionale alla Sanità promette nuovi ferrei controlli nelle strutture sanitarie

“I fatti verificatisi un mese fa a La Consolata di Borgo d’Ale non si debbono più ripetere”. Parole chiare quelle dichiarate dall’assessore alla Sanità del Piemonte, Antonio Saitta, che annuncia una vera e propria stretta sui controlli nelle strutture socio sanitarie regionali. Ha affermato Saitta: “Da quando copro il ruolo di assessore ho ricevuto troppe segnalazioni allarmanti riguardanti il trattamento non sempre adeguato messo in atto in alcune strutture della nostra regione. Proprio per questi motivi, con il collega e assessore alle Politiche Sociali, Augusto Ferrari, ho deciso di mettere in pratica una stretta vigilanza, modificando le regole sui controlli di queste strutture che da oggi in poi dovranno essere ferrei e rigorosi”. Proprio in questa ottica a breve verrà presentato un disegno di legge. Ricordiamo che non solo a Borgo d’Ale si sono verificati episodi di violenze sugli anziani e sui disabili. Anche ad Alice Castello ci sono stati casi talmente gravi da obbligare la Commissione di Vigilanza dell’Asl ha domandare la chiusura della struttura in questione.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter