Cronaca
Il report settimanale

Incidenza covid scolastica: continua la discesa

Per le vaccinazioni ha aderito quasi il 90% da 12 a 19 anni, meno del 50% nella fascia 5-11 anni

Incidenza covid scolastica: continua la discesa
Cronaca 23 Febbraio 2022 ore 10:00

In età scolastica, nel periodo dal 14 al 20 febbraio, l’incidenza, ovvero i nuovi casi settimanali su 100 mila per le specifiche fasce di età, è in diminuzione per la quarta settimana consecutiva: si conferma la tendenza in atto.

Nella fascia 0-2 anni, l’incidenza è di 510.7 (-38,6%), con il calo più consistente.

La fascia di età 3-5 anni registra un’incidenza di 774.8 (- 32,4%).

Nella fascia tra i 6 ed 10 anni, l'incidenza è a 940.8 (-28,5%).

Nella fascia 11-13 anni, l’incidenza è di 778.2 (- 31,8%).

Nella fascia tra i 14 ed i 18 anni, l’incidenza è di 487.2 (-37%).

Focus vaccinazione studenti 12-19 anni

Sulla platea complessiva di 313.000 studenti dai 12 ai 19 anni, oltre 18.000 sono immunizzati naturalmente perché hanno avuto il Covid negli ultimi 6 mesi.
Sono quindi 295.000 i 12-19enni attualmente vaccinabili e tra loro 264.000 hanno già aderito alla campagna, ovvero l’89,5%. Di questi, oltre 260.000 hanno ricevuto la prima dose (il 98,5% degli aderenti e l’88,1% della platea vaccinabile). Sono invece 255.000 i giovani che hanno completato il ciclo (96,6% degli aderenti e 86,5% della platea vaccinabile). Per incentivare la vaccinazione per le prime dosi di tutti gli over 12 è previsto l’accesso diretto in qualsiasi hub del Piemonte.

Fascia vaccinale 5-11 anni

Sulla platea complessiva di 247.000 bambini dai 5 agli 11 anni, 42.000 sono immunizzati naturalmente perché hanno avuto il Covid negli ultimi 6 mesi. Sono quindi 205.000 i 5-11 enni attualmente vaccinabili. Al momento hanno aderito in 89.200 e di questi 73.000 hanno già ricevuto la prima dose (circa l’82% degli aderenti) e oltre 49.000 anche la seconda (circa il 55% di chi ha aderito).

Tutti gli aderenti nella fascia 5-11 anni hanno già la convocazione.
Nel caso di bambini o ragazzi in isolamento o quarantena che in questi giorni non possono presentarsi agli appuntamenti previsti, la Regione riprogramma la somministrazione del vaccino immediatamente non appena usciti dal provvedimento contumaciale.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter