Incidenti bicicletta 23 morti in un anno

I dati della Regione Piemonte

Incidenti bicicletta 23 morti in un anno
Vercelli e dintorni, 12 Dicembre 2017 ore 18:53

Incidenti bicicletta i dati regionali.

Incidenti bicicletta 23 mortali

In Piemonte si sono verificate ventitré morti per incidenti in bicicletta in un solo anno. Lo scorso anno su 10.905 incidenti accaduti nella nostra regione,1.042 hanno coinvolto i ciclisti. I feriti sono stati 1.002, mentre 23 le persone decedute. Nel 2015 i sinistri erano stati 11.134. Di questi, 1.043 quelli che hanno interessato i fruitori delle due ruote, 997 sono stati i feriti e 13 i morti. La rilevazione degli incidenti stradali con lesioni alle persone è inclusa nel Programma statistico nazionale istituito dall’Istat.

Le province

Le percentuali di incidentalità ciclistica rispetto al totale dei casi verificatesi in Piemonte, mettono in evidenza che il 45,3% nel 2015 e il 43,7% nel 2016 si sono verificati nella provincia di Torino e gli incidenti che coinvolgono i ciclisti, nella sola provincia di Torino, risultano essere l’8% di tutti quelli che si sono verificati nell’intera provincia per tutti i mezzi di locomozione. Seguono Novara, Cuneo e Alessandria. Nella provincia di Novara si ha la percentuale più alta rispetto all’incidentalità dell’intera provincia,  di incidenti che vedono coinvolti ciclisti pari al 16,5% dei sinistri totali.

Meno incidenti ma più gravi

I dati evidenziano inoltre che, seppur siano diminuiti gli incidenti nel 2016, sia al contrario aumentata la loro pericolosità: il numero dei decessi è passato da un valore pari a 13 nel 2015, ad un valore pari a 23 lo scorso anno e, nello specifico nella Città metropolitana si è passati rispettivamente da 6 morti a 11.

Il dato è emerso in seguito all’interrogazione di Gian Luca Vignale (Mns) che oggi in aula ha posto la questione all’assessore ai Trasporti Francesco Balocco, per chiedere quale sia il grado di sicurezza sulle piste ciclabili in Piemonte.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter