Cronaca

In detenzione domiciliare tenta di strozzare la madre

Una storia di continue violenze anche a danno dei vicini.

In detenzione domiciliare tenta di strozzare la madre
Vercelli e dintorni, 27 Agosto 2020 ore 10:58

Una vicenda di incredibile violenza quotidiana è stata resa nota dalla Questura di Vercelli. Infatti la scorsa settimana la Polizia di Stato ha arrestato un uomo che si è reso responsabile di ripetuti maltrattamenti nei confronti dell’anziana madre nel cui alloggio stava scontando la pena.

L’uomo aveva reso impossibile la vita all’anziana madre, divenuta oggetto quotidiano di violenze fisiche e psicologiche.

La scenata dalla vicina di casa

Una settimana fa l’uomo ha fatto irruzione in casa di una vicina, un’amica da cui si era recata sua madre in visita. Aveva preteso che quest’ultima rientrasse immediatamente a casa e, nell’occasione, oltre a minacciare di morte la vicina, ha pure sferrato un pugno alla porta d’ingresso dell’abitazione, danneggiandola.
Ed è stata appunto la vicina a chiamare le Forze dell’Ordine poiché l’anziana donna, ottantunenne con evidenti problemi di salute, aveva paura di rientrare in casa con il figlio.

Il tentato omicidio

Sul posto si è subito portata una pattuglia. Agli agenti intervenuti la madre ha raccontato il proprio calvario. E’ emerso un quadro preoccupante di violenze fisiche e minacce, anche di morte, che la donna era costretta a subire da quando il figlio era ritornato a vivere con lei.

Addirittura in un’occasione l’uomo era arrivato a tentare di ammazzarla, provando a strozzarla con le mani e causandole lesioni guaribili in quindici giorni.
Dopo aver raccolto le dichiarazioni, sono partite serrate indagini della Squadra Mobile, coordinate dalla Procura della Repubblica, che portavano alla sospensione della misura alternativa alla detenzione.

La fine di un incubo

La scorsa settimana, emessa la misura richiesta, l’uomo, un 55enne vercellese, noto alle Forze dell’Ordine poiché pregiudicato e condannato per fatti di droga, è stato arrestato dagli uomini della Squadra Mobile, ponendo così fine allo stato di terrore in cui l’anziana donna era costretta a vivere da circa un anno.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità