Il Bosco della Partecipanza modello di sostenibilità

Dalle ore 14.30 alle ore 19.00 Fsc Italia ha organizzato un incontro nella sede del bosco per spiegare anche i nuovo standard di gestione forestale in corso di definizione in Italia, rispetto alle direttive europee.

Il Bosco della Partecipanza modello di sostenibilità
27 Maggio 2016 ore 14:04

Dalle ore 14.30 alle ore 19.00 Fsc Italia ha organizzato un incontro nella sede del bosco per spiegare anche i nuovo standard di gestione forestale in corso di definizione in Italia, rispetto alle direttive europee.

Il “Bosco delle Sorti della Partecipanza” di Trino detiene un bel record ambientale. festeggia infatti dieci anni di “certificazione Fsc”, per la gestione eco-sostenibile delle foreste e dei prodotti del legno, ad esempio le carte ecologiche… grazie a questa ormai lunga adesione al programma di sostenibilità ambientale il bosco trinese, la cui gestione virtuosa risale al tredicesimo secolo, più precisamente dal 1275, è uno dei più “ecologici” d’Italia. Ricordiamo che il sistema del Bosco stabilisce che i soci possono tagliare solo le piante contrassegnate dai conservatori, le guardie forestali, e secondo un razionale e imparziale criterio di rotazione.

L’appuntamento per festeggiare questo bel traguardo è previsto per oggi, venerdì 27 maggio, dalle ore 14.30 alle ore 19.00 Fsc Italia ha organizzato un incontro nella sede del bosco per spiegare anche i nuovo standard di gestione forestale in corso di definizione in Italia, rispetto alle direttive europee.

 “Con i suoi oltre 800 anni di esistenza, il Bosco delle Sorti della Partecipanza è, al momento, il primo e unico in Piemonte ad offrire legname da opera e legna da ardere certificati FSC di origine italiana”, spiega Diego Florian direttore di Fsc Italia.