Fregati sul web dagli hacker

Fregati sul web dagli hacker
17 Dicembre 2017 ore 21:52

Fregati sul web con Postepay e BancoPosta è la nuova frontiera della truffa.

Fregati sul web

Ci truffano rubando i numeri dei nostri conti correnti. Allarme della Polizia Postale.

Postepay e BancoPosta di Poste Italiane, sempre più nel mirino di hacker e truffatori telematici attraverso semplici, ma efficaci stratagemmi. Puntano al numero, più che alla "raffinatezza" degli artifici, per accedere ai nostri sistemi di pagamento o ai nostri conti correnti.

Anziani nel mirino degli hacker

Già lo scorso mese, lo “Sportello dei Diritti”, evidenziò come i conti correnti e i prodotti creditizi di Poste Italiane fosse al centro delle frodi telematiche. Il motivo? Una clientela che comprende tanti anziani, giovanissimi o stranieri e quindi soggetti potenzialmente più vulnerabili, Non passa istante, infatti, che sul territorio nazionale non si senta qualcuno che abbia ricevuto sulla propria mail o su smarthpone, tablet e pc, un messaggio che inviti a mettere mano ai propri dati o a cliccare su qualche link che riguarda la propria Postepay, il proprio conto BancoPosta o prodotti similari. Si tratta nella quasi generalità dei casi di comunicazioni truffaldine da parte di malintenzionati. Ancora una volta, è la Polizia Postale con l’ultimo post pubblicato sulla sua pagina Facebook “Commissariato di PS On Line – Italia” a lanciare l’allarme su una problematica difficile da risolvere per la mole di segnalazioni che riceve da tutta Italia. I messaggi utilizzati dagli hacker utilizzano ripetutamente il logo di Poste Italiane per tentare di sorprendere quanti più titolari possibili di Postepay, BancoPosta.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter