Flop di raccolta rifiuti elettronici a Vercelli

E' l'unica provincia a segnare un calo di oltre il 10% nel 2015 rispetto al 2014, tutte le altre del Piemonte sono in crescita, ma abbiamo ancora il secondo miglior risultato procapite con 6,23 kg.

Flop di raccolta rifiuti elettronici a Vercelli
Vercelli e dintorni, 22 Giugno 2016 ore 16:49

E' l'unica provincia a segnare un calo di oltre il 10% nel 2015 rispetto al 2014, tutte le altre del Piemonte sono in crescita, ma abbiamo ancora il secondo miglior risultato procapite con 6,23 kg.

E' uscito il dossier regionale sulla raccolta e smaltimento di Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (i cosiddetti RAEE), relativo al 1015, raccolta che cresce quasi del 10% a livello regionale, mentre nella provincia di Vercelli diminuisce di oltre il 10%, penultimi nella classifica, peggio di noi ha fatto solo Biella. Va detto che nella cartina della Regione siamo ancora ben messi, colore azzurro, per quanto concerne il valore pro-capite che è di 6,27 kg a testa di materiale conferito. Ma nel 2015 c'è stata un'importante flessione sulla raccolta. Ecco il dettaglio preso dal dossier regionale:

Nel 2015 diminuisce del 10,50% la raccolta di RAEE nella Provincia di Vercelli, unico risultato negativo su tutto il territorio regionale. I quantitativi assoluti si attestano a 1.103.476 kg di questa tipologia di rifiuti, pari a 6,27 kg raccolti per abitante. Nonostante il dato sia inferiore rispetto al 2014, Vercelli si pone al secondo posto a livello regionale, accanto a Cuneo. I Centri di Conferimento attivi sul territorio provinciale comprendono 12 strutture comunali e un Luogo di Raggruppamento gestito dalla Distribuzione. In media i cittadini possono contare su 7 Centri di Conferimento ogni 100.000 abitanti, dato in linea con la media della Regione Piemonte.

La classifica dei Raggruppamenti è guidata da R2 (Grandi Bianchi) con 320.770 kg di RAEE, a cui segue R1 (Freddo e Clima) con 308.932 kg. Rispetto all’anno precedente, la raccolta di RAEE diminuisce per tutte le categorie, tranne che per i Grandi Bianchi.

IN ALLEGATO IL RAPPORTO COMPLETO PER CHI VUOLE APPROFONDIRE

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter