Dipendente costretta a pulire per terra con spazzolino da denti

Una vicenda giudiziaria biellese che ha messo in luce una storia di angherie e stalking da parte di un commerciante ai danni di una sua dipendente.

Dipendente costretta a pulire per terra con spazzolino da denti
07 Maggio 2016 ore 14:04

Una vicenda giudiziaria biellese che ha messo in luce una storia di angherie e stalking da parte di un commerciante ai danni di una sua dipendente.

Le sentenze dei tribunali a volte lasciano basiti. E’ il caso di un commerciante 38enne del biellese condannato nei giorni scorsi a sei mesi di carcere (pena sospesa) per “stalking e violenza sessuale tenue” e dovrà risarcire la sua ex dipendente 28enne con 5mila euro. Questo hanno deciso i giudici, però il racconto della vittima parla di una violenza psicologica inusitata, durata per tre anni! Il commerciante la obbligava a pulire il pavimento in ginocchio con uno spazzolino da denti, la faceva entrare al lavoro in anticipo per prepargli il caffè e si è fatto anche spalmare una pomata sulla schiena. Senza contare i continui apprezzamenti a sfondo sessuale e le telefonate e i messaggi a ogni ora del giorno e della notte. E poi gli appostamenti vicino a casa, con la pretesa di controllare la vita di lei anche al di fuori degli orari di lavoro.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità