Cronaca
Protezione Civile

Decreto coronavirus: i chiarimenti sulla mobilità e il lavoro

L'ordinanza della Protezione Civile approfondisce alcuni punti.

Decreto coronavirus: i chiarimenti sulla mobilità e il lavoro
Cronaca 09 Marzo 2020 ore 16:43

Dopo la pubblicazione del decreto in merito alle disposizioni per contenere il contagio da coronavirus, la Protezione Civile fornisce alcuni chiarimenti.

I chiarimenti

Il Capo del Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, ha firmato un’ordinanza che specifica alcuni punti contenuti nel decreto dell’8 marzo 2020. In particolare, si è espresso sul tema della mobilità. «Le restrizioni alla mobilità previste nell’articolo 1, comma 1, lettera a), del Dpcm 8 marzo si applicano alle sole persone fisiche. Sono da considerarsi esclusi dalla misura il transito e il trasporto merci, e tutta la filiera produttiva da e per le zone indicate. Non sono vietati, alle persone fisiche, gli spostamenti su tutto il territorio nazionale per motivi di lavoro, di necessità o per motivi di salute, nonché lo svolgimento delle conseguenti attività».

Gli uffici pubblici

«Non sono previste limitazioni alle attività degli uffici pubblici (articolo 1, comma 1, lettera e) Dpcm 8 marzo), fermo restando la possibilità di ricorrere al lavoro agile prevista nell’articolo 2, comma 1, lettera r) del Decreto».

Immagine di repertorio

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter