Menu
Cerca
Cronaca

Covid Trino: quasi 50% di vaccinati, ma picco di contagi a scuola

Ben 23 casi, molti alla Media, in isolamento 5 classi su 11.

Covid Trino: quasi 50% di vaccinati, ma picco di contagi a scuola
Cronaca Vercellese, 26 Maggio 2021 ore 10:25

Continua ad andare a gonfie vele la campagna vaccinale a Trino e il sindaco Daniele Pane, come suo stile, aggiorna puntualmente i concittadini, esultando perché domenica scorsa è stato raggiunto il record di 270 inoculazioni. "Un risultato pazzesco se si pensa alla dimensione della nostra città!" Osserva Pane.

I numeri

Ad oggi l’aggiornamento per categorie è il seguente:

- Over 80: 90% dei soggetti residenti vaccinati
- 70/79: 84,15% dei soggetti residenti vaccinati
- 60/69: 72,71% dei soggetti residenti vaccinati
- 50/59: 31,38% dei soggetti residenti vaccinati
- 40/49: 18,71% dei soggetti residenti vaccinati

Sottolinea Pane: "Tutte le categorie precedentemente citate saranno convocate entro e non oltre il 20 giugno. Sono circa 700 i residenti iscritti che nelle prossime 2 settimane che riceveranno il vaccino. Sono quindi 2.777 i residenti attualmente vaccinati pari al 41% con la prima dose e 1689 quelli con la seconda dose pari al 25%.
Escludendo gli under 16, i soggetti vaccinati almeno con una dose salgono al 47%.

Il traguardo del 50% verrà raggiunto nel corso di questa settimana!!!

Picco di casi a scuola

Nello stesso post il Sindaco segnala anche un aumento di contagi: "Dopo le notizie belle mi duole comunicare che il numero dei soggetti positivi è in aumento, passiamo dai 10 casi della scorsa settimana ai 23 di oggi. Registriamo tra i positivi moltissimi giovani (16 su 23 sono Under 20) in particolare modo molti ragazzi delle nostre scuole medie, motivo per cui al momento sono 5 su 11 le classi poste in quarantena e sono ben 92 i soggetti in isolamento fiduciario.

Dobbiamo assolutamente mantenere alta l’attenzione e rispettare le regole il covid continua a circolare, fortunatamente solo nelle fasce d’età non ancora vaccinate e senza fare “danni” gravi.

In attesa di avere comunicazioni ufficiali dal Sisp e dall’istituto scolastico su quali provvedimenti intendano adottare, stiamo valutando anche come amministrazione quali azioni mettere in atto, per garantire a tutti la maggior sicurezza possibile.