Provincia di Vercelli

Carabinieri al lavoro per proteggere le opere d’arte dall’alluvione

Sono intervenuti i carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Torino.

Carabinieri al lavoro per proteggere le opere d’arte dall’alluvione
Valsesia, 05 Ottobre 2020 ore 10:42

L’alluvione che ha portato tanta devastazione in diverse zone del Piemonte ha messo a rischio anche gli edifici di alto valore culturale. Sono quindi intervenuti i carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Torino.

Edifici a rischio

L’alluvione in provincia di Vercelli ha messo a rischio anche diversi edifici di valore culturale. Domenica  3 ottobre un equipaggio del TPC (Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Torino) ha coadiuvato le stazioni carabinieri di Serravalle Sesia, Gattinara, Borgovercelli, Trino, Varallo e Borgosesia nei controlli agli edifici sensibili dal punto di vista culturale. In coordinamento con la Soprintendenza territorialmente competente, sono stati ispezionati i siti monumentali che potevano essere esposti a maggior rischio dall’esondazione dei fiumi, dal crollo degli alberi o dallo smottamento del terreno. Grosso rischio è stato corso dalla Cappella del Santuario di Montrigone dove un secolare  albero si è schiantato a terra a  pochi metri dall’edicola religiosa mentre è particolarmente sensibile la situazione della chiesa ( ora sconsacrata) del rosario di Vintebbio, costruita sul greto del fiume che viene progressivamente eroso dall’azione dell’acqua. Nessun pericolo per ora per la Pieve di Santa Maria di Naula, che non ha avuto minacce imminenti.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità