Importante innovazione

Buona notizia: analisi veloce dei tamponi anche a Vercelli

Grazie al metodo rapido di DIaSorin di Saluggia esiti in un'ora

Vercelli e dintorni, 25 Marzo 2020 ore 14:12

Anche all’ospedale Sant’Andrea si potranno avere responsi rapidi (un’ora contro le 6 precedenti) e una quantità di analisi di 160 al giorno, questo potrebbe permettere, si spera, anche di tenere costantemente monitorati i positivi nelle case di riposo fra ospiti e personale, come richiesto dalle strutture più in difficoltà.

L’annuncio di Stecco

Ad annunciarlo Alessandro Stecco consigliere regionale e presidente della Commissione Sanità:

Anche Vercelli, assieme a una squadra di altri laboratori piemontesi, è al lavoro in prima linea sul progetto made in Piemonte per i “tamponi veloci” grazie alla DiaSorin di Saluggia. Veloci significa che, invece di un campione analizzato in 5-6 ore, questa tecnologia consente di analizzare multipli tamponi in circa un’ora.

“Un laboratorio operativo da questa settimana con una capacità di analisi di 160 tamponi al giorno e che fa parte di una rete di laboratori aggiuntivi a quella già esistente per l’analisi tradizionale dei tamponi per la diagnosi di positività coronavirus”, commenta il Prof. Stecco (Presidente della Commissione regionale sanità).

“Sono confidente che questa sia la strategia giusta: ampliare in modo capillare la rete dei laboratori. In questo modo – prosegue sempre Stecco – si amplia moltissimo il numero giornaliero di analisi dei tamponi di tutto il Piemonte e ciò è necessario per poter combattere questa pandemia.

Eccellenze tutte vercellesi

“La capacità sia tecnologica sia di expertise dell’equipe medico e tecnica del laboratorio dell’ospedale vercellese è indubbia e sono contento che questo venga riconosciuto rendendolo tra i primi operativi con questa tecnologia di analisi velocizzata che proviene dalla Dia-Sorin, azienda insediata nel vercellese e che il Presidente della Provincia Eraldo Botta assieme all’On. Tiramani ha contribuito a mettere in contatto 15 giorni fa con l’Unità di Crisi e con l’Assessore Icardi, il quale ha riconosciuto subito la bontà del progetto rendendolo operativo in così poco tempo. Assieme a tutti loro abbiamo ipotizzato immediatamente, stanti i numeri crescenti di campioni da analizzare che Novara da sola non riusciva a sostenere, il suo impiego a Vercelli”.

La soddisfazione del presidente della Provincia

Anche il presidente della Provincia di Vercelli Eraldo Botta esprime soddisfazione per quest’importante potenziamento delle capacità diagnostiche.

“Siamo lieti di comunicare che, da oggi, il presidio ospedaliero di Vercelli è tra i pochi nel mondo ad avere in dotazione l’innovativo test molecolare che consente di ridurre i tempi di identificazione del COVID-19 dalle 6-7 ore abituali a 1 ora. Un passo avanti senza precedenti nella lotta al virus”.

A dare l’annuncio il Presidente della Provincia di Vercelli Eraldo Botta, l’onorevole Paolo Tiramani e il Senior Vice President Industrial Operations di DiaSorin Ugo Gay.

“Sono estremamente grato al gruppo DiaSorin di Saluggia – dice il Presidente della Provincia di Vercelli Eraldo Botta – Quando, lo scorso 12 marzo, insieme all’on. Tiramani, al Vicepresidente Gay e al Ceo Carlo Rosa, abbiamo organizzato l’incontro tra la multinazionale e l’Assessore regionale alla Sanità speravamo certo che questa straordinaria tecnologia potesse essere messa a disposizione oltre che dei centri di riferimento del Piemonte anche del nostro territorio ma, visto il numero ancora limitato di apparecchi e l’altissima richiesta, questo esito non era per nulla scontato”.

“Da oggi – aggiunge con soddisfazione l’on. Tiramani – l’ospedale di Vercelli ha in dotazione il test molecolare per l’identificazione rapida (un’ora) del nuovo coronavirus Covid-19 sviluppato da DiaSorin. Uno straordinario risultato, frutto di un lavoro di squadra tra enti e aziende che produce solo effetti positivi e del quale sono orgoglioso”.

“Il nuovo test – spiega il dr. Gay di DiaSorin – è conteso dagli ospedali di tutto il mondo in quanto consente di abbattere il tempo di risposta da 6-7 ore a 60 minuti e viaggia su macchine che esaminano 8 campioni per volta. Un prezioso e notevole risparmio di tempo sia per il paziente che per l’ospedale. Siamo felici che il nostro lavoro abbia una ricaduta positiva diretta sul territorio che ci ospita”.

“Averlo a Vercelli è un privilegio – chiude il Presidente Botta – e non possiamo che ringraziare tutta l’azienda per l’attenzione che ci ha riservato. Un altro importante tassello di un legame sempre più forte tra il Gruppo e il territorio”.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: