Reportage

Borgo Vercelli: il dramma di aziende e famiglie

La conta dei danni e la rabbia degli alluvionati

Borgo Vercelli: il dramma di aziende e famiglie
Vercellese, 07 Ottobre 2020 ore 10:38

Nelle foto, i danni irrecuperabili al riso, i lavori nella zona di Bivio Sesia e alla Tangenziale Nord, alcuni dei detriti alla ditta Stocchi.

Prosegue la drammatica conta dei danni a Borgo Vercelli. E il costo del disastro continua a salire.

Mentre i lavori sulla Tangenziale Nord e all’entrata di Borgo procedono, di pari passo i cittadini lavorano per fare almeno una prima stima delle perdite subite alle proprietà civili, industriali e artigianali.

“Territorio alluvionato”

All’entrata del cantiere stradale spicca in giallo evidenziatore la scritta’’territorio alluvionato’’ in una “Borgo” che questa volta faticherà a voltare pagina.

Guardando le risaie sembra che i terreni abbiano subito un vero e proprio bombardamento.

“Nessuno ci ha avvisati del pericolo”

Luigi Stocco, uno degli imprenditori più duramente colpiti dalla furia dell’alluvione, titolare di un’azienda impiantistica fondata 40 anni fa e dove lavorano anche quattro dipendenti: “L’acqua ci è arrivata alla vita e superava il cancello, abbiamo avuto appena il tempo di salvare noi stessi e gli animali”

Entrando nella proprietà i danni visibili sono impressionanti.
“Sono arrabbiato, tutte le macchine che usiamo per lavorare erano nel magazzino, oltre alle auto e altre cose. Avremmo voluto essere avvertiti per tempo dalle istituzioni del pericolo incombente in modo di tentare di salvare il salvabile”.

Edoardo Cottini

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità