Bimbo nasce nel pianerottolo di casa

La donna era in casa con due parenti quando ha iniziato ad avere le contrazioni.

Bimbo nasce nel pianerottolo di casa
24 Aprile 2019 ore 21:13

Bimbo nasce nel pianerottolo di casa. E’ accaduto a Vercelli nella notte tra martedì  23 e mercoledì 24 aprile. Sul posto è intervenuto il 118, la mamma è in  travaglio e  Adil Ramzi e Gabriele Gobbato, due soccorritori,  l’assistono sino al parto.

Bimbo nasce

Bimbo nasce nel pianerottolo di casa. E’ accaduto a Vercelli nella notte tra martedì 23 e  mercoledì 24 aprile. La donna era in casa con due parenti quando ha iniziato ad avere le contrazioni.

L’intervento

E’ stato subito chiamato il 118 e i due soccorritori,  Adil Ramzi e Gabriele Gobbato si sono resi conto che la donna non sarebbe riuscita ad arrivare all’ospedale per partorire e così l’hanno assistita sino alla nascita del piccolo Zakaria.

Il travaglio

Infatti, la donna aveva già rotto le acque e il bambino era prossimo a nascere. Ma i soccorritori si erano resi conto che una manina e il cordone ombelicale ostruivano l’uscita del piccolo. Non erano nemmeno arrivati al piano terra e si sono accorti che dovevamo fare nascere loro il piccolo.

Il trasporto in ospedale

Dopo il parto mamma e bambino sono stati trasportati all’ospedale Sant’Andrea di Vercelli. Sono in buone condizioni di salute. Un’esperienza unica che sia i soccorritori che la mamma ricorderanno per sempre.

I casi precedenti 

Era il 30 gennaio 2019 quando una bambina, Arianna, è nata in autostrada tra il casello di Ovada e Alessandria, in una piazzola di emergenza.

LEGGI ANCHE: Arianna nasce in autostrada

 

 

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: