Regionale

Biella, tempio crematorio: 5 anni ai fratelli Ravetti

La sentenza è stata emessa questa mattina.

Biella, tempio crematorio: 5 anni ai fratelli Ravetti
06 Ottobre 2020 ore 15:09

Sentenza emessa questa mattina per i fratelli Ravetti coinvolti nello scandalo del tempio crematorio, come riporta primabiella.it. La condanna emessa dal tribunale di Biella è di cinque anni per Marco Ravetti, 38 anni, di Biella, mentre per il fratello più grande, Alessandro Ravetti, 39 anni, di Occhieppo Superiore, la pena è di cinque anni e quattro mesi. Una settimana fa il procuratore della Repubblica, Angela Teresa Camelio aveva chiesto otto anni di carcere per entrambi: otto per Marco, il fratello più piccolo e 8 anni e tre mesi per Alessandro. Richieste che tenevano già conto del fatto che il processo si è svolto con rito abbreviato che prevede uno sconto di pena fino a un terzo. La difesa, invece, aveva chiesto l’assoluzione o – in subordine – che venisse applicato il minimo della pena.

I reati contestati

I reati contestati agli imputati vanno dalla violazione di sepolcro, relativa all’apertura di bare e ossari per la rimozione dello zinco, alla gestione illecita di rifiuti, fino alla dispersione e sottrazione delle ceneri (durante le indagini ne vennero recuperati oltre 300 chili). Vengono poi contestate la truffa (per i casi delle cremazioni fatte pagare come se ci fosse zinco nelle casse – quindi di più – nonostante fosse stato rimosso) e la truffa aggravata ai danni del comune. Alessandro Ravetti è sotto processo anche per istigazione alla corruzione, per i soldi che sarebbero stati dati a un dipendente di Seab per lo smaltimento dei “rifiuti”. Inoltre sono accusati di falso per i tre presunti casi di doppie cremazioni, iscritte singolarmente e in differenti orari nei registri.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità