Arrestato latitante con arnesi da scasso sul furgone

I Carabinieri di Buronzo hanno fermato e identificato un rumeno 30enne ricercato.

Arrestato latitante con arnesi da scasso sul furgone
Lungosesia e Alto Vercellese, 05 Dicembre 2019 ore 10:52

Arrestato latitante con arnesi da scasso sul furgone. I Carabinieri di Buronzo hanno fermato e identificato un rumeno 30enne colpito da mandato di carcerazione.

Arrestato latitante con arnesi da scasso sul furgone

I carabinieri della stazione di Buronzo hanno rintracciato ed arrestato un rumeno colpito da ordine di carcerazione. Un latitante che alla fine è stato assicurato alla giustizia.

Il risultato si è ottenuto grazie allo stretto controllo del territorio. con controlli serali e notturni soprattutto lungo le principali vie di comunicazione, proprio per aumentare le probabilità di intercettare malfattori provenienti da altre provincie.

Viaggiava senza patente e documenti

Così una pattuglia della stazione di Buronzo, verso le ore 00.30 di oggi, giovedì 5 dicembre 2019, ha imposto l’alt ad un furgone a bordo del quale vi era un cittadino rumeno domiciliato in un campo nomadi della periferia di Torino.

L’uomo durante le fasi del controllo è apparso subito nervoso. Il 30 enne ha riferito di non avere con se i documenti di guida e non è stato neppure in grado di giustificare la propria presenza. E’ stato pertanto portato in caserma per gli accertamenti di rito.

Sul suo mezzo, intanto, sono stati rinvenuti attrezzi atti allo scasso (grimaldelli, disco flessibile, chiavi, ecc…) che sono stati sequestrati.

Identificato con le impronte digitali

Grazie alle impronte digitali i militari hanno stabilito con certezza l’identità del fermato, che, nel frattempo, aveva dichiarato delle false generalità. Con l’identificazione è emerso anche che sul 30enne pendeva un ordine di carcerazione del Tribunale di Monza perché giudicato responsabile di un furto in un negozio, dovendo scontare 5 mesi di reclusione.

Il rumeno veniva dichiarato in stato di arresto e denunciato per il reato di false attestazioni sulla propria identità rese a pubblici ufficiali e per possesso di arnesi atti allo scasso e quindi tradotto in carcere.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità