Armi giocattolo contraffatte: sequestro dei Carabinieri

In uno store cinese si Moncrivello trovati pistole e fucili senza marchio CE.

Armi giocattolo contraffatte: sequestro dei Carabinieri
Vercellese, 26 Settembre 2019 ore 16:06

Armi giocattolo contraffatte: sequestro dei Carabinieri. In uno store cinese si Moncrivello trovati pistole e fucili senza marchio CE.

Armi giocattolo contraffatte: sequestro dei Carabinieri

I carabinieri di Cigliano nel pomeriggio di mercoledì 25 settembre 2019, durante un controllo a Moncrivello, in un negozio di giocattoli gestito da cittadini cinesi, hanno sequestrato alcune pistole e fucili giocattolo privi di marchio CE.

L’importanza del marchio CE

La marcatura CE  si appone sul prodotto, unitamente ad una dichiarazione di conformità accompagnatoria, offre la ragionevole certezza che un prodotto è adeguato al livello minimo di sicurezza, salubrità e rispetto ambientali.

“I requisiti minimi – ricordano dal Comando provinciale dei Carabinieri di Vercelli – che i prodotti devono avere non sono definiti dal fabbricante, ma dal D. Lgs 54 del 2011 che ha recepito la Direttiva  Europea – Sicurezza Giocattoli 2009/48/CE. Il fabbricante deve infatti attestare, sotto la sua responsabilità, il rispetto di tali requisiti avendo attuato strumenti di verifica, controllo e fabbricazione adeguati.  Il prodotto immesso sul mercato con questa procedura è definito con presunzione di conformità, ossia si presume che il produttore/fabbricante/realizzatore che appone la marcatura CE abbia attuato tutte le misure necessarie a garantire che il giocattolo di stoffa sia sicuro per l’utilizzatore finale”.

Sequestro e mille euro di multa

I carabinieri, però, hanno accertato che erano stati posti in vendita 4 pistole e nove fucili giocattolo privi di marcio CE in violazione del suddetto articolo di legge. I giocattoli sono stati sequestrati ed il titolare del negozio ha ricevuto una contravvenzione di 1032 euro.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE