Area Montefibre maxicontrollo della Polizia

Nel complesso sono state elevate sanzioni per oltre 10mila euro

Area Montefibre maxicontrollo della Polizia
Vercelli e dintorni, 23 Aprile 2018 ore 14:33

Nella zona di via Caduti sul Lavoro – meglio nota come “Area 24” – come emerso ultimamente dalle numerose segnalazioni trasmesse da cittadini e pattuglie in servizio di controllo del territorio, si è riscontrata una presenza massiccia di giovani che, complice l’inizio della bella stagione, frequentano sempre più numerosi i locali della zona, soprattutto nelle ore notturne del fine settimana. In diverse occasioni si sono verificati episodi violenti sfociati in risse, danneggiamenti di auto ed arredi urbani, atti contrari alla decenza ed altri episodi d’intemperanza dovuti principalmente allo stato di ebbrezza in cui versavano i frequentatori della zona. E così, alla luce delle indicazioni rese anche dal Prefetto in occasione del Comitato Provinciale per la Sicurezza Pubblica e dell’attenzione e della sensibilità dimostrata nei confronti della tematica da parte dell’Amministrazione Comunale, si è deciso di intervenire per verificare l’osservanza degli obblighi di legge da parte degli esercizi pubblici che insistono nella zona. Pertanto, nella notte tra sabato 21 e domenica 22 aprile u.s., si è predisposto un articolato servizio di controllo del territorio che ha visto impiegate numerose pattuglie della Polizia di Stato e della Polizia Stradale, dell’Arma dei Carabinieri, con il concorso di elementi specializzati dell’Arma N.A.S. e N.I.L., della Guardia di Finanza, della Polizia Municipale, Reparti di Rinforzo della Polizia di Stato e
personale della SIAE. Nel corso dell’operazione sono stati controllati tutti i locali dell’Area 24 che risultavano aperti al momento dell’intervento, ovvero, “la Secreta”, il “Club 89”, il “Fibre” mentre, nel centro cittadino, sono stati oggetto di verifica i bar “Rosas” e “Autolinee”.
Complessivamente, sono state identificate oltre 200 persone, di cui 30 gravate da precedenti penali e/o di Polizia e 50 stranieri; sono stati controllati 26 autoveicoli e, nell’ambito di tale controlli, un soggetto è stato penalmente denunciato per guida in stato di ebrezza.

Un altro soggetto, coinvolto in un incidente stradale, è stato sanzionato amministrativamente per guida in stato di ebbrezza ed il suo veicolo è stato sottoposto a fermo. Numerose ed elevate sono state le sanzioni amministrative emesse, per un totale di oltre 10.000 euro per illeciti che hanno riguardato la
somministrazione di alcoolici dopo le ore 3.00, l’impiego di alcuni lavoratori in nero e la mancanza di apparecchi di rilevazione del tasso alcolemico. Inoltre, in virtù di tali interventi, l’attività di uno dei locali controllati è stata temporaneamente sospesa, in attesa che vengano regolarizzate le posizioni dei dipendenti e sono tutt’ora in corso ulteriori accertamenti per valutare l’emissione di nuove sanzioni penali ed amministrative. Oltre all’attenzione dedicata alla “movida vercellese” dell’Area 24, le forze di
polizia hanno operato in altre quartieri cittadini in cui è indispensabile una continua e capillare attività di perlustrazione. Per tale motivo, l’iniziativa coordinata di sabato notte è stata anticipata dal servizio di Controllo del Territorio effettuato nel quartiere Cervetto nella mattinata di venerdì 20 aprile u.s., in collaborazione con equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Piemonte di Torino che ha portato all’identificazione di una cinquantina di persone ed al controllo di una ventina di autoveicoli.
È di tutta evidenza che tali interventi non resteranno iniziative isolate poiché, alla luce dei risultati conseguiti, seguiranno nel prossimo futuro ulteriori attività che, nel tempo, garantiranno ulteriormente la civile e pacifica convivenza dei cittadini in aree così densamente frequentate.