Cronaca
Cronaca

Anziano truffato da un finto dipendente del servizio idrico

La vicenda si è verificata ieri mattina, giovedì 4 novembre, a Trino.

Anziano truffato da un finto dipendente del servizio idrico
Cronaca Vercellese, 05 Novembre 2021 ore 12:14

La vicenda si è verificata ieri mattina verso le 11 a Trino quando a suonare il campanello di casa dell’anziano 74 enne si è presentato un uomo con indosso una pettorina catarifrangente che ha detto di essere un incaricato del servizio idrico che doveva controllare le tubature perché era stata segnalata la contaminazione dell’acqua potabile. L’anziano ha così fatto entrare in casa il soggetto che lo invitava a riporre gli oggetti in oro ed il denaro nel frigorifero per evitare che si potessero danneggiare a seguito dell’opera di manutenzione con reagenti chimici palesata dal malfattore.

La vittima assecondava la richiesta riponendo nel frigo 2000 euro e alcune collane ed anelli.
Il malfattore invitava il padrone di casa ad uscire dalla cucina per evitare di respirare il gas tossico che avrebbe spruzzato per evidenziare la presenza di eventuale perdite dalle tubature.
L’anziano obbediva e questo permetteva al truffatore di agire indisturbato, aprendo il frigo ed appropriandosi dei soldi e dei gioielli.

Dopo tale mossa fulminea, il finto addetto all’acquedotto si rivolgeva alla vittima tranquillizzandola e asserendo che non c’erano perdite per poi allontanarsi velocemente.
L’anziano si accorgeva dopo poco del furto dei suoi averi e così ne denunciava il fatto ai carabinieri della locale stazione.

L'invito delle Forze dell'Ordine

Alla luce di quanto occorso appare evidente che la vittima purtroppo non ha adottato alcuno dei consigli che in passato sono stati più volte richiamati e cioè quello di non far entrare in casa sconosciuti, di non tenere in casa forti somme di denaro e di chiamare il 112 per chiedere informazioni e per segnalare simili eventi criminosi.
L’invito che viene rinnovato va soprattutto indirizzato ai figli/parenti/conoscenti più giovani delle potenziali anziane vittime, affinchè intervengano adeguatamente nei confronti dei loro cari cercando di convincerli ad evitare di tenere in casa somme consistenti di denaro e soprattutto di non far entrare in casa estranei.