Anfiteatro romano ultimi giorni per la variazione di bilancio

"La rete" vorrebbe che il Comune lo acquistasse

Anfiteatro romano ultimi giorni per la variazione di bilancio
Vercelli e dintorni, 28 Novembre 2017 ore 15:11

Anfiteatro romano al centro di una battaglia.

Anfiteatro romano un acquisto difficile

Si preannuncia battaglia tra“La Rete” guidata da Marco Reis e il Comune di Vercelli per l’area dell’anfiteatro Romano. La Rete aveva lanciato un appello al Comune, che nelle intenzioni dell’associazione dovrebbe acquistare e avviare il lavoro di recupero dell’anfiteatro per la realizzazione di un parco archeologico. Dell’operazione di acquisto dell’area la Giunta Forte aveva discusso il 21 luglio scorso su sollecitazione dello stesso Reis. Il parere della Giunta fu favorevole in quella sede e faceva presumere un mandato per la conseguente variazione di bilancio. La variazione di bilancio, però, non è mai stata approvata e presentata in Consiglio Comunale e allo stato dei fatti non sono destinate risorse economiche in bilancio per l’acquisto. Della vicenda, secondo il materiale inviato alle redazioni da Reis, si sarebbe recentemente interessato l’Assessore Mario Cometti che ha, però, incontrato la resistenza del collega Coppo.

L’area all’asta

L’area dell’anfiteatro romano, che occupa 5.250 metri quadri da corso De Rege a viale Rimembranza, è all’asta attualmente ad un prezzo pari al 10% del prezzo di mercato stimato dal perito del Tribunale. La società proprietaria che avrebbe dovuto realizzare un ambizioso progetto immobiliare, con valorizzazione dell’area archeologica, è purtroppo fallita a causa della crisi del mercato immobiliare ed il bene è all'asta dal 2015. Asta andata deserta per ben sette volte. Ora si starebbe per procedere ad un ulteriore tentativo di vendita nel mese di gennaio 2018. Il primo valore di base d’asta era di 1,2 milioni di euro, ma dopo le aste deserte il prezzo è sceso a 159 mila euro: circa 30 euro al metro quadro contro i 227 iniziali, a cui si sommerebbe un possibile ulteriore sconto del 25% portando il valore complessivo a 120 mila euro. Un vero affare. Per presentarsi all’asta il 16 gennaio il Comune dovrebbe approvare una variazione di bilancio entro il 30 novembre, data limite in cui si chiuderà il bilancio dell’amministrazione.

Il Comune: “Problemi di contabilità”

La presa di posizione pubblica di Reis e della Rete ha suscitato una durissima reazione del sindaco Forte e dell’Assessore Coppo che, in un comunicato stampa, hanno bollato le richieste di Reis come: “operazioni impossibili da mettere in atto perché contro la contabilità pubblica e le norme vigenti”. L’amministrazione secondo Coppo sarebbe invece impegnata a: “trovare soluzioni che possano permettere l’acquisizione di un bene sicuramente importante per il Comune, ma – naturalmente - in accordo con le regole e le leggi che governano la contabilità pubblica”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter