Cronaca
Progetto

Amici Parkinsoniani a casa ma non soli

L'associazione sta attivando una serie di servizi per il sostegno dei malati e delle loro famiglie.

Cronaca Vercelli e dintorni, 09 Aprile 2020 ore 14:54

L’Associazione di Volontariato Amici Parkinsoniani Biellesi, che è anche punto di riferimento per i malati di Parkinson del territorio vercellese, tramite il gruppo associato, ha attivato con tempestività un intervento straordinario di assistenza e supporto ai soci delle province di Biella e di Vercelli.

Sono oltre 120 le famiglie con un soggetto con malattia di Parkinson associate all’APB che si trovano attualmente isolate nelle proprie abitazioni. Le ripercussioni di questa condizione sui parkinsoniani e sui loro famigliari conviventi possono essere drammatiche, poiché sono state bruscamente interrotte l’attività di sostegno fisioterapico, l’attività motoria e quella di stimolazione cognitiva, che vengono svolte con regolarità nelle sedi dell’associazione di Biella, Lessona e Vercelli durante l’anno.

Un kit per uscire in sicurezza

Proprio per far fronte a questa situazione di estremo disagio, l’APB è riuscita a dar vita in tempi brevissimi a un intervento complesso che cercherà nei prossimi giorni di garantire un supporto concreto a tutti i propri associati.
Innanzitutto consegnando a domicilio un kit di mascherine che consentiranno a coloro che lo riceveranno e ai loro famigliari di svolgere in sicurezza le attività extra-domiciliari strettamente previste dagli attuali decreti per il contenimento della pandemia di Covid-19, come il recarsi a fare la spesa o in farmacia.

Video didattici per attività fisiche in casa

Oltre a ciò, verranno forniti alcuni supporti per la pratica di esercizi fisici e attività motoria in casa che i soci potranno svolgere grazie all’aiuto dei professionisti che collaborano con l’associazione, i quali hanno predisposto dei brevi video didattici che saranno veicolati tramite chat ed email.
A tal proposito si provvederà anche alla consegna di alcuni tablet a coloro che si trovano nell’impossibilità di accedere ad applicazioni per la comunicazione e la visione di video, divenute fondamentali per comunicare con l’esterno in questo periodo.

Supporto psicologico al telefono

Il progetto prevede anche l’attivazione di un servizio di supporto psicologico telefonico individuale, completamente gratuito per tutti i soci dell’APB e per i loro famigliari conviventi, proprio per supportare con ogni mezzo le persone che vivono con particolare difficoltà questa situazione emergenziale.

Il progetto “Noi non siamo soli”, per il quale è stato chiesto un contributo alla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella nell’ambito del bando “Comunità fragile”, è un’azione complessa di sostegno ai parkinsoniani biellesi e vercellesi e rientra nelle attività che l’APB realizza da anni, con una straordinaria passione e l’impiego di decine di volontari e professionisti, per essere un punto di riferimento per tutti coloro che affrontano la difficile esperienza della malattia, ma che vogliono continuare a vivere.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter